QUATTRO TRUCCHETTI PER L’AUTO-IRRIGAZIONE

Time 4 you

martedì 11 agosto 2020

11 August 2020

Prima di partire per la pausa estiva, è essenziale assicurarsi che le vostre piante siano ben curate

2:00 Min

Prima di partire per le vacanze estive, è essenziale assicurarsi che le vostre amate piante siano ben curate.  È importante ricordare che alcune richiedono più acqua e cura di altre. Di seguito troverete alcune soluzioni innovative per mantenere le vostre piante sane e idratate mentre siete fuori, utilizzando semplici articoli per la casa!

 

Bottiglie di plastica

Senza un monitoraggio costante, le piante che hanno bisogno di molta acqua diventano particolarmente vulnerabili. Prendete una bottiglia di plastica vuota, fate dei piccoli fori sui lati e sul fondo. Scavate un buco nel terreno e inseriteci la bottiglia in piedi nel modo giusto così assicurerete al terreno un’innaffiatura regolare e profonda. Riempite la bottiglia con acqua e avvitate il tappo per evitare che evapori. L’acqua sarà rilasciata lentamente e questo manterrà la vostra pianta ben idratata per i successivi quattro o sei giorni. 

 

Bottiglie di vino

Se siete contrari all’uso di bottiglie d’acqua di plastica, il metodo della bottiglia di vino è un’alternativa fantastica. Questa tecnica si applica anche alle piante che necessitano di frequenti innaffiature. Prendete una bottiglia di vino vuota (assicuratevi che abbia un tappo a vite e non di sughero) e fate alcuni piccoli fori nel tappo. Riempite la bottiglia di vino con acqua e riavvitate il tappo. Scavate un buco nel terreno e inserite la bottiglia di vino a testa in giù, lasciando sgocciolare l’acqua dai fori del tappo. In questo modo la vostra pianta rimarrà idratata per i successivi cinque o sei giorni. Cliccate qui per vedere come si fa.

 

Stoppino

Per le piante che hanno bisogno di una moderata quantità di acqua, un sistema a goccia di stoppino è la strada da seguire. Prendete un po’ di corda o spago, immergete un’estremità in un contenitore pieno d’acqua e l’altra estremità nel vaso della pianta. I capillari nelle fibre della corda trasferiranno l’acqua dal contenitore al terreno. Assicuratevi che la bocca del contenitore dell’acqua si trovi sopra la base della pianta. A seconda di quanto tempo sarete lontani, regolate di conseguenza le dimensioni del contenitore dell’acqua. Potete usare lo stesso contenitore d’acqua se vi immergete diverse corde e irrigare più piante allo stesso tempo. Per sapere di più, cliccate qui e scoprite questa tecnica.

 

Piattino

Per le piante d’appartamento che non richiedono moltissime cure, come le piante grasse e i cactus, basterà un sottovaso per assicurargli il giusto livello di umidità. Prendete un piattino leggermente più grande della pianta, riempitelo d’acqua e mettetelo sotto il vaso. La pianta dovrebbe avere un componente di drenaggio sul fondo in modo che il terreno possa risucchiare pian piano l’acqua. Questo metodo manterrà le vostre piante grasse ben nutrite per alcuni giorni mentre siete via.

 

Utilizzando queste semplici tecniche di irrigazione fai da te, non tornerete mai più a casa con il terrore di trovare le vostre piante assetate… Godetevi la vostra pausa estiva!