Prendiamo la metropolitana con il nostro Impacter!

Le nostre persone

giovedì 13 maggio 2021

Uno dei nostri colleghi ci guida attraverso i complessi sistemi ferroviari metropolitani di oggi, portando alla luce le caratteristiche interessanti che spesso ignoriamo.

2:00 min

Giovanni Paolini si è unito all'Impact Program nel febbraio 2021 e sta attualmente effettuando la sua prima rotazione nel team Innovation, Orchestration and Fintech. Giovanni è sempre stato un appassionato di trasporto pubblico. Durante la recente Brunch and Learn Session di GTO, ha condiviso con i nostri colleghi fatti interessanti sui sistemi di trasporto, e noi non potevamo perdere l'occasione di fargli qualche domanda sulla sua passione!

Ti consideri un esperto di ferrovie?

Penso che il termine "esperto dilettante" di ferrovie metropolitane sarebbe un titolo più appropriato! Ho una conoscenza approfondita delle infrastrutture di Londra, Parigi e Milano, perché le ho studiate nei minimi dettagli. Sono stato anche coinvolto in alcune discussioni con ATM per la realizzazione di una serie di video ferroviari educativi a Milano.

Perché è importante parlare di metropolitane?

Le ferrovie giocano un ruolo fondamentale nelle iniziative di sostenibilità, come ad esempio la riduzione delle emissioni di CO2. Nelle aree in cui c'è un'apertura o un'estensione dei binari metropolitani, come il collegamento delle periferie o degli aeroporti lontani con i centri delle città, vediamo una significativa diminuzione delle emissioni di carbonio che trova riscontro anche nelle nuove abitudini dei pendolari. Per esempio, l'estensione della Docklands Light Railway che collega aree non edificate di Londra, Inghilterra, al London City Airport, nel 2005 ha fatto risparmiare all'ambiente 156 tonnellate di CO2 e 120.000 corse di taxi ogni anno.

Ti abbiamo sentito parlare di diversità e inclusione nelle stazioni ferroviarie. Puoi spiegare cosa intendi?

Beh, quando pensiamo alle stazioni centrali, solo una manciata di loro porta nomi femminili famosi. Ci sono diversi attivisti e campagne che chiedono di ribattezzare le stazioni esistenti o di inaugurare nuove stazioni con il nome di importanti figure femminili. Lo vediamo nel prolungamento della linea 4 a Parigi quando hanno inaugurato le nuove strutture con il nome di due celebrità francesi, Lucie Aubrac e Barbara.

E cosa possiamo fare oggi per conoscere meglio le curiosità sulle linee metropolitane?

Li chiamiamo "Tubefluencers", ovvero coloro che hanno una forte presenza mediatica sulle piattaforme sociali come YouTube, Instagram e Facebook. Questi appassionati pubblicano spesso contenuti che evidenziano fatti storici interessanti e divertenti, o contemporanei sulle ferrovie metropolitane che li circondano. Per esempio, Geoff Marshall, un famoso esperto di metropolitana, presenta regolarmente video sulle reti della metropolitana nel Regno Unito attraverso una serie intitolata "Secrets of the Underground". Lo consiglio vivamente!