La famiglia “Navigati”

Clienti
#Magazine

giovedì 16 dicembre 2021

UniCredit sostiene la nuova campagna televisiva sulla sicurezza informatica progettata per aumentare la consapevolezza dei clienti in Italia sulle frodi online e le minacce informatiche.

2:00 min

Il nome della campagna “Navigati” richiama subito l'approccio spensierato e divertente pensato per sensibilizzare i clienti in Italia sulle frodi online e le minacce informatiche. La campagna è stata lanciata a fine novembre con uno spot televisivo e una serie web con 8 videoclip su vari argomenti di cybersecurity come money muling, social engineering o sim swap.

Insieme ad UniCredit altri promotori della campagna sono: Banca d'Italia, Associazione Bancaria Italiana (ABI) e alcune primarie istituzioni finanziarie operanti in Italia come Intesa San Paolo, Ing, Generali. L'iniziativa è sostenuta anche dalla Presidenza italiana del Consiglio dei Ministri e da ACN, l'Agenzia italiana per la sicurezza informatica.

I Navigati rappresentano una famiglia italiana contemporanea, ricca di diversità, alle prese con le insidie del web, che non cade nelle trappole della rete perché conosce e mette in pratica alcune semplici abitudini per vivere il digitale in sicurezza. Sono senza dubbio intelligenti e impertinenti digitali!

Il personaggio di “Navigati” più singolare è la nonna Betta, una signora smart di 70 anni che sa perfettamente riconoscere un sito di e-commerce sicuro - “https” - rispetto a un “http”, la presenza dell'icona del lucchetto all'inizio dell'URL e del sistema di Multi-Factor Authentication. È anche una tipica nonnina italiana che si assicura che i suoi figli e nipoti siano ben nutriti. 

Questo è un altro esempio concreto dell'attenzione di UniCredit ai temi cyber e digitali e del suo impegno per aumentare la consapevolezza delle frodi online e delle minacce informatiche tra i suoi clienti.

 

Insieme, passiamo dall’usare il digitale al vivere il digitale

 

Guarda lo spot qui

La famiglia Navigati

 

Maggiori approfondimenti sulla sicurezza informatica

Fai la tua parte. #BeCyberSmart

Il pericolo corre sul filo…del telefono