1. Home
  2. One UniCredit
  3. Articoli
  4. 2024
  5. march
  6. Antonio Donghi - La magia del silenzio
Share this event on:
  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

Mittente:

Destinatario (indirizzo e-mail):

In mostra a Roma fino al 26 maggio sedici opere uniche appartenenti alla UniCredit Art Collection del maestro del “Realismo magico” Antonio Donghi. La nostra Banca è lieta di essere Main Sponsor di questa bella iniziativa a testimonianza del’obiettivo di rendere la cultura accessibile a tutti.

2:00 min

UniCredit è orgogliosa di essere Main Sponsor della mostra di Antonio Donghi – La magia del silenzio – presso Palazzo Merulana, a Roma, dal 9 febbraio al 26 maggio. Durante la mostra potranno essere ammirate 16 delle opere appartenenti a UniCredit Art Collection e provenienti dalla Collezione esposta a Palazzo De Carolis, sempre a Roma.

 

Antonio Donghi è stato uno dei maggiori interpreti del Realismo magico in Italia.

 

Maturato all’ombra dal Ritorno all’Ordine, dopo gli eccessi portati avanti dalle Avanguardie, e dal bisogno di riferimenti stabili e sicuri dove rifugiarsi dopo i disastri della guerra, Donghi nella sua carriera pittorica ha perseguito e trovato una specie di ‘concretezza astratta’.

 

Una superrealtà che svelasse nel suo apparente verismo un velo di reale trasformazione fantastica.  Ha impressionato studiosi e pubblico per  il suo immaginario astrattivo, al tempo stesso realista. Dopo un silenzio critico di molti decenni, a partire dagli anni Ottanta del secolo scorso, oggi è considerato uno dei maggiori artisti italiani.

UniCredit riconosce il legame tra arte e cultura e il progresso sociale ed economico. Si tratta di un pilastro fondamentale del piano strategico UniCredit Unlocked che continua a guidare la trasformazione della nostra banca.

La mostra rimarrà aperta fino al 26 maggio


Scopri di più su Antonio Donghi, e molto altro, sul sito UniCredit Art Collection.