Share this event on:

  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

UniCredit sottoscrive minibond da 6 milioni di euro emesso da Caseificio Palazzo S.p.A.


L'operazione è finalizzata a finanziare la ristrutturazione e l'ampliamento dello stabilimento industriale, aumentare la capacità produttiva dell'azienda pugliese e sostenere la crescita delle vendite estere. Previste 60 nuove assunzioni in Italia

 

UniCredit ha sottoscritto un prestito obbligazionario da 6 milioni di euro emesso da Caseificio Palazzo, storica azienda pugliese con sede a Putignano (BA), che opera dal 1957 nel settore lattiero/caseario producendo e distribuendo in Italia e all'estero formaggi a pasta filata a marchio Murgella.

 

Il prestito obbligazionario, della durata di 7 anni, è finalizzato a sostenere i progetti di crescita dell'azienda pugliese impegnata in un importante progetto di ristrutturazione e ampliamento dello stabilimento industriale che si estenderà su una superficie di 5000mq. L'operazione di finanziamento permetterà inoltre a Caseificio Palazzo l'acquisto di nuove attrezzature e di impianti specifici in ottica 4.0 al fine di aumentare la capacità produttiva e di implementare il business plan aziendale che prevede un incremento della quota di mercato, in particolare per il canale estero, e l'assunzione di circa 60 unità in Italia.

 

Attivo da due generazioni, Caseificio Palazzo nasce come piccolo laboratorio a conduzione famigliare e si è progressivamente affermato a livello nazionale ed internazionale grazie ad una particolare capacità organizzativa sia produttiva che commerciale. Oggi l'azienda esporta in 28 paesi in tutto il mondo - dall'Europa all'Estremo Oriente, dal Canada all'America meridionale - attraverso una rete logistica internazionale, conta oltre 200 dipendenti ed è in fase di grande espansione commerciale: negli ultimi 5 anni il fatturato è cresciuto in media di oltre il 6% su base annua, fino a superare nel 2020 la soglia di 53 milioni di euro.

 

 

"Siamo soddisfatti per questa operazione - spiega Claudia Palazzo, Amministratore Delegato di Caseificio Palazzo - che testimonia la fiducia di un primario istituto bancario come UniCredit e rappresenta un importante riconoscimento dell'efficacia delle strategie industriali e commerciali intraprese e del grado di solidità finanziaria dell'impresa. L'emissione del prestito obbligazionario costituisce indubbiamente un salto di qualità che consente di proseguire nel percorso di crescita dimensionale teso alla conquista di ulteriori quote di mercato".

 

"Caseificio Palazzo è un esempio di azienda del territorio che, anche grazie ad una attenta gestione manageriale, è riuscita a conquistare negli anni una posizione di riferimento nel suo particolare segmento di mercato, quello dell'agroalimentare, che è certamente uno dei punti di forza del Made in Italy nel mondo - afferma Annalisa Areni, Responsabile per il Sud di UniCredit Italia - questa operazione conferma l'attenzione di UniCredit allo sviluppo e alla valorizzazione delle più dinamiche realtà imprenditoriali del territorio, incoraggiando la diversificazione delle fonti di finanziamento".

 

L'azienda è stata assistita da uno staff di professionisti composto dal dr. Pietro Dalena che, in qualità di advisor finanziario, ha elaborato il business plan e seguito gli aspetti finanziari dell'operazione, dall'Avv. Alessandro Mele che ha supervisionato la definizione del contratto e dal dr. Piergiorgio Lerede che ha curato gli aspetti fiscali dell'operazione.

 

 

 

Contatti:

 

UniCredit Media Relations

e mail: mediarelations@unicredit.eu