Share this event on:
  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

Nasce UniCredit Pavilion il nuovo spazio di incontro nel centro di Milano

Esposizioni, eventi, conferenze, mostre, concerti e molto altro nella nuova struttura di Porta Nuova Garibaldi

 

E' stato presentato oggi a Milano UniCredit Pavilion il nuovo spazio di incontro polifunzionale di UniCredit dedicato a eventi e iniziative di carattere economico e culturale, italiane e internazionali.

 

La struttura, che nascerà a fianco all'Headquarters del Gruppo e sarà operativa dopo l'estate 2015, potrà ospitare fino a 700 persone, ma avrà anche la flessibilità necessaria per essere suddivisa in ambienti di dimensioni ridotte, con diverse soluzioni anche per iniziative gestite in contemporanea.

 

UniCredit Pavilion (www.unicreditpavilion.it), nasce dalla volontà di UniCredit di realizzare nel cuore di Milano, in un'area strategica per la città e in fase di forte sviluppo, un progetto di grande impatto destinato a tutti gli stakeholder del Gruppo (dipendenti, aziende, istituzioni, comunità, ecc.).

 

La sua struttura modulare ne farà un naturale luogo di dialogo, partecipazione e sperimentazione, che potrà accogliere conferenze, eventi culturali, concerti, mostre artistiche e molto altro favorendo la contaminazione tra i linguaggi dell'economia, della cultura e dell'arte. Il nuovo spazio, affacciato sui Giardini di Porta Nuova, è stato progettato con la massima attenzione alla sostenibilità ambientale e sarà realizzato con materiali naturali e moderne tecniche costruttive.

 

"UniCredit Pavilion sarà un innovativo centro a disposizione della città - dichiara Federico Ghizzoni, Amministratore Delegato di UniCredit - un luogo di incontro ed eventi a supporto della nostra azienda e di quelle che vorranno ospitare iniziative interne ed esterne. Sarà uno spazio in linea con l'identità di un'azienda profondamente europea e allo stesso tempo radicata sul territorio, impegnata a costruire una costante relazione con le comunità in cui opera contribuendo al loro sviluppo economico in modo sostenibile. Sicuramente rappresenterà un'ulteriore opportunità per la creazione di valore".

 

Per l'importanza strategica dell'edificio, UniCredit ha indetto un concorso per trovare il progetto che meglio rappresentasse, anche nella struttura architettonica, le caratteristiche di creatività, innovazione e sostenibilità che costituiranno gli assi portanti anche delle attività di UniCredit Pavilion. Il concorso è stato vinto dall'architetto Michele De Lucchi, che ha sviluppato insieme al suo studio aMDL un progetto originale, un edificio luminoso, flessibile, aperto sul parco e sulla città.

 

"I semi cadono sulla terra e le radici si infiltrano nel terreno per radicarsi e crescere e vegetare - ha aggiunto l'Architetto Michele De Lucchi. I semi hanno una pelle che li ricopre e protegge un cuore vivo, vitale, fertile. C'è dentro l'essenza della vita e la magia di quelle materie che si trasformano e rigenerano quello delle quali sono state generate. Questo seme - ha aggiunto - è oggi un edificio, di legno, giustamente, al bordo di un grande parco cittadino. Il volume arrotondato del seme è collocato in fronte alle alte torri di vetro specchiato e le sue curve morbide sorprendono in mezzo alle linee ortogonali e secche degli edifici adiacenti. Si capisce subito che non è né un condominio né un edificio da uffici e si memorizza con la forza emozionale di un monumento, un simbolo tra la natura del parco e gli uomini dei grattacieli".

"è un'iniziativa importante, un nuovo momento di collaborazione tra pubblico e privato che consente di offrire ulteriori servizi al quartiere e alla città", ha detto il vicesindaco e assessore all'Urbanistica Ada Lucia De Cesaris.

La scelta di realizzare una struttura organica, formata da centine in legno lamellare e vetro, sollevata dal livello del piano terra interno di oltre un metro, enfatizza la personalità e il senso di leggerezza e trasparenza dell'edificio.

 

Lo spazio sarà anche caratterizzato da due strutture apribili - le "Ali", lunghe 12 metri- che verranno allestite con maxischermi rivolti verso il Parco e la piazza Gae Aulenti.

 

Considerata la multifunzionalità degli ambienti e la possibilità di ospitare anche più eventi contemporaneamente, gli spazi accoglieranno iniziative di vario genere. Le sale saranno modulabili e polifunzionali, con diverse configurazioni per consentire un pieno utilizzo degli spazi.

 

L'esposizione dell'arte troverà ampio spazio nell'UniCredit Pavilion: l'architetto Michele De Lucchi ha ideato un sistema espositivo flessibile e una passerella sospesa per accogliere iniziative legate all'arte che potrà essere utilizzata anche per creare un percorso narrativo visivo a supporto delle altre attività ospitate dall'edificio.

 

La vocazione dell'edificio non sarà solo di carattere economico e culturale ma anche sociale, come testimonia l'aver riservato, nell'ambito di UniCredit Pavilion, uno spazio dedicato all'infanzia e alle future generazioni. L'edificio ospiterà infatti anche un asilo nido, al servizio dei dipendenti ma anche aperto alla comunità, per 50 bambini da 0 a 36 mesi. Il disegno del nido, che presta grande attenzione all'ambiente, all'uso di materiali ecologici e all'innovazione, è stato sviluppato in collaborazione con Reggio Children.

 

In occasione dell'apertura ufficiale del prossimo anno UniCredit organizzerà diverse iniziative dedicate alla città per presentare il nuovo spazio.

 

 

 

Milano, 10 settembre  2014