Share this event on:
  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

Pioneer Investments firma in India l'accordo di partnership nell'asset management con Bank of Baroda

Con l'obiettivo di consolidare il proprio ruolo di leader a livello internazionale nel settore dell'asset management, Pioneer Investments ha siglato oggi un accordo di partnership nel risparmio gestito con Bank of Baroda in India, uno dei mercati a più elevato tasso di crescita nel business dei fondi comuni di investimento. Il Memorandum of Understanding era stato siglato lo scorso febbraio.

Bank of Baroda è la quarta banca pubblica del Paese, conta oltre 2700 filiali in India, ha un forte marchio commerciale e oltre 29 milioni di clienti.

"Siamo un player globale e una delle società di asset management che è cresciuta più velocemente negli ultimi 10 anni" - ha dichiarato Dario Frigerio, Amministratore Delegato di Pioneer Investments spiegando le strategie del Gruppo in India e anticipando i piani per l'ingresso in Russia. "Il nostro obiettivo è di continuare a crescere, e avere una presenza rilevante in questi due Paesi è essenziale. Questo è un importante investimento in questa direzione e, ancora una volta, abbiamo dimostrato di saper essere innovativi nel creare opportunità per il nostro business".

L'accordo di partnership, ovvero di joint venture con Bank of Baroda, già condiviso con le autorità governative locali, è il primo di questa natura in India e prevede l'acquisizione da parte di Pioneer Investments del 51% della società di asset management di Bank of Baroda (che sarà ridenominata Baroda Pioneer Asset Management Company). La finalizzazione dell'accordo è soggetta al rilascio delle necessarie approvazioni da parte delle autorità regolamentari, incluse Banca d'Italia e Securities and Exchange Board of India.

"Noi portiamo la nostra vasta esperienza nella gestione dei patrimoni, una consolidata organizzazione e un rigoroso e testato processo di investimento globale che verrà applicato dal team di investimenti locale" - ha aggiunto Frigerio. "Questa combinazione mette in campo i fattori fondamentali per il successo dell'iniziativa: una domanda di mercato che può venire soddisfatta attraverso solidi prodotti distribuiti tramite un'importante rete distributiva".

La società sarà "co-branded" e sarà destinata a gestire fondi di investimento aperti e gestioni patrimoniali individuali a favore del mercato indiano. E' stato definito un team di risorse locali e la joint venture, benché indipendente, potrà beneficiare della ricerca fondamentale e quantitativa e delle risorse globali di Pioneer Investments nel mondo. Il team di investimento indiano sarà collegato con il team di investimento globale di Pioneer, sotto il controllo del Responsabile Globale degli Investimenti. Lo stesso accadrà per le altre funzioni della società.
In futuro le competenze acquisite sul mercato indiano potranno arricchire ulteriormente l'offerta globale dei fondi di Pioneer Investments.
Gli obiettivi per il mercato indiano:


  • Avvio del business nel primo trimestre 2008
  • Diventare uno tra primi 5 players in 3 anni
  • Offerta iniziale di fondi indiani azionari e a reddito fisso
  • Portare le più ampie opportunità di investimento al mercato indiano utilizzando le capacità dei centri di investimento globali di Pioneer Investments (Dublino, Boston e Singapore)


Relativamente alla Russia Pioneer Investments ha recentemente costituito una società di asset management locale, sono state effettuate le prime nomine e, alla fine di settembre, sono stati registrati presso l'autorità di controllo russa 3 fondi locali per la distribuzione.

"Per certi versi il progetto è simile a quello dell'India - ha commentato Dario Frigerio - in quanto intendiamo far leva sulla forza del brand e sulla capacità distributiva di una banca russa, con la differenza che in questo caso giochiamo in casa grazie al rapporto con i colleghi di IMB, che è parte del Gruppo UniCredit. L'asset management sarà quindi Pioneer Investments e lavoreremo con i nostri colleghi di IMB per offrire prodotti attraverso il canale bancario. Siamo a buon punto e prevediamo di avviare il business nel prossimo mese di Dicembre con le vendite dei primi fondi".


Gli obiettivi in Russia:


  • Avvio del business nel 4° trimestre 2007
  • Posizionarsi tra i primi 5 players in 3 anni
  • Offerta di fondi russi azionari e a reddito fisso
  • Arricchire i prodotti locali del mercato russo con opportunità d'investimento internazionali


Buone opportunità si presentano anche nel canale terze parti sia in India che in Russia. "Abbiamo rapporti con banche private globali interessate ad avere accesso ad una più ampia gamma di gestori. Così come svilupperemo la distribuzione attraverso i canali bancari in entrambi i paesi, guardiamo anche al canale terze parti per dare un immediato e rapido contributo al nostro business", ha concluso Frigerio.


Pioneer Investments è il marchio che contraddistingue le società di gestione del risparmio del Gruppo UniCredit. Impegnata costantemente dal 1928 nella tutela e nella crescita del patrimonio dei clienti, Pioneer Investments è l'unico operatore globale di matrice italiana che può contare su una propria presenza nei più importanti centri d'investimento internazionali. Pioneer Investments gestisce circa 260 miliardi di euro nel mondo.

Come risultato della fusione di UniCredit e Capitalia, le divisioni di asset management di Capitalia saranno integrate in Pioneer Investments. L'integrazione porterà gli assets di Pioneer Investments a circa 290 miliardi di euro.


Camilla Pedraglio
Head of Media Relations
Pioneer Investment Management SGRpA
Galleria San Carlo, 6 - 20122 Milano
Ph. +39 02/7622.3228 - Mob. 335/1000507
www.pioneerinvestments.it