Share this event on:
  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

UniCredit: l'Assemblea degli Azionisti approva il Bilancio 2020

Si è svolta oggi a Milano l'Assemblea degli Azionisti di UniCredit S.p.A., tenutasi in sessione ordinaria e straordinaria, che ha deliberato sulle materie all'ordine del giorno.

 

Parte Ordinaria

 

Approvazione Bilancio 2020   

L'Assemblea degli Azionisti ha approvato, con il 97,89% del capitale sociale presente e avente diritto al voto (voti contrari 0,002%), il Bilancio di UniCredit S.p.A. al 31 dicembre 2020 corredato dalle Relazioni del Consiglio di Amministrazione, della Società di Revisione e del Collegio Sindacale.

 

Destinazione del risultato di esercizio 2020  

L'Assemblea degli Azionisti, richiamate le determinazioni assunte in sede di approvazione del Bilancio al 31 dicembre 2020, ha deliberato, con il 98,70% del capitale sociale presente e avente diritto al voto (voti contrari 0,65%), di ripianare l'intera perdita dell'esercizio 2020 mediante utilizzo della Riserva Sovrapprezzo Azioni per un importo pari ad Euro 2.731.812.285,53; l'utilizzo della Riserva Sovrapprezzo Azioni è stato preventivamente autorizzato dalla Banca Centrale Europea (BCE) .

 

Incremento della Riserva Legale

L'Assemblea degli Azionisti, richiamate le determinazioni assunte in sede di approvazione del Bilancio al 31 dicembre 2020, e sulla base della composizione del patrimonio netto quale risultante dalle determinazioni assunte in sede di approvazione del Bilancio 2020, ha deliberato, con il 99,34% (voti contrari 0,005%) del capitale sociale presente e avente diritto al voto, di imputare a Riserva Legale l'importo di Euro 55.000.000,00 tratto dalla Riserva Sovrapprezzo Azioni;  l'utilizzo della Riserva Sovrapprezzo Azioni è stato preventivamente autorizzato dalla Banca Centrale Europea.

Eliminazione di c.d. "riserve negative" per le componenti non soggette a variazioni mediante copertura delle stesse in via definitiva

L'Assemblea degli Azionisti ha approvato, con il 99,35% (voti contrari 0,0002%)del capitale sociale presente e avente diritto al voto, la copertura di riserve negative per complessivi Euro 449.265.163,15 mediante utilizzo: i) della Riserva Sovrapprezzo Azioni per Euro 322.874.263,90, preventivamente autorizzato dalla Banca Centrale Europea, con riferimento alla Riserva negativa per oneri connessi al pagamento delle cedole relative agli strumenti di capitale AT1, e ii) della Riserva Statutaria per Euro 126.390.899,25 con riferimento alle Riserve negative rivenienti dal pagamento degli oneri connessi al contratto di usufrutto correlato agli strumenti finanziari Cashes.

 

Distribuzione di un dividendo da riserve di utili

L'Assemblea degli Azionisti, richiamate le determinazioni assunte in sede di approvazione del Bilancio al 31 dicembre 2020, e sulla base della composizione del patrimonio netto quale risultante dalle determinazioni assunte in sede di approvazione del Bilancio 2020, ha deliberato, con il 98,62% (voti contrari 0,73%) del capitale sociale presente e avente diritto al voto, di distribuire un dividendo unitario di Euro 0,12 per ogni azione in circolazione ai soci titolari di azioni ordinarie aventi diritto al pagamento alla data prevista di godimento, per un importo massimo di Euro 268.100.000,00 utilizzando quota parte dalla riserva di utili denominata "Riserva Statutaria".

Il Dividendo sarà messo in pagamento, in conformità alle norme di legge e regolamentari applicabili, il  giorno 21 aprile 2021, con data di "stacco" (cedola n. 5) il giorno 19 aprile 2021, tramite gli Intermediari aderenti al sistema di gestione accentrata Monte Titoli. Ai sensi dell'art. 83-terdecies del D.Lgs n. 58/1998, saranno legittimati a percepire il dividendo coloro che risulteranno azionisti in base alle evidenze dei conti relative al termine della giornata contabile (record date) del 20 aprile 2021.

 

Autorizzazioni all'acquisto di azioni proprie finalizzato alla remunerazione degli azionisti. Deliberazioni inerenti e conseguenti

L'Assemblea, con l'obiettivo di incrementare la remunerazione a favore degli azionisti, ha autorizzato il Consiglio di Amministrazione con il 98,43% (voti contrari 0,65%)del capitale sociale presente e avente diritto al voto, ai sensi degli artt. 2357 e ss. del codice civile e 132 del TUF, ad effettuare atti di acquisto, anche in parte e/o in via frazionata, di azioni ordinarie della Società  corrispondenti a un esborso complessivo fino a massimi Euro 178.688.534,90 e, in ogni caso, non superiore a n. 30.000.000 di azioni ordinarie UniCredit (pari a circa l'1,34% del capitale sociale di UniCredit). L'operazione è stata autorizzata dalla BCE il 12 aprile 2021.

Per le predette finalità, l'Assemblea ha altresì autorizzato il Consiglio di Amministrazione, ai sensi degli artt. 2357 e ss. del codice civile e 132 del TUF, ad effettuare atti di acquisto, anche in parte e/o in via frazionata, per un massimo di azioni ordinarie UniCredit corrispondente a un esborso complessivo fino a massimi Euro 651.573.111,00 e, in ogni caso, non superiore a n. 110.000.000 di azioni ordinarie UniCredit restando peraltro inteso che il Consiglio di Amministrazione procederà agli acquisti in forza dell'autorizzazione concessa dall'Assemblea in coerenza con i provvedimenti eventualmente emanati dalla BCE e ferma in ogni caso l'autorizzazione di quest'ultima.

Gli acquisti di azioni ordinarie UniCredit potranno essere effettuati, entro la prima tra: (i) la data che cadrà dopo 18 (diciotto) mesi a decorrere dalla data odierna e (ii) la data dell'Assemblea che sarà chiamata ad approvare il bilancio relativo all'esercizio che si chiuderà al 31 dicembre 2021.

Gli acquisti di azioni ordinarie UniCredit dovranno essere realizzati a un prezzo che sarà individuato di volta in volta, nel rispetto delle eventuali prescrizioni regolamentari, anche dell'Unione Europea, pro-tempore vigenti, fermo restando che il prezzo di acquisto non potrà discostarsi in diminuzione o in aumento di oltre il 10% rispetto al prezzo ufficiale che il titolo UniCredit avrà registrato nella seduta del Mercato Telematico Azionario, organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., del giorno precedente al compimento di ogni singola operazione di acquisto.

 

Determinazione del numero dei componenti del Consiglio di Amministrazione

 

Nomina degli Amministratori

L'Assemblea ha fissato in tredici, come da proposta del Consiglio di Amministrazione uscente, il numero degli Amministratori con il 99,06% (voti contrari 0,38%) del capitale sociale presente e avente diritto al voto e ha nominato, con il sistema del voto di lista, per gli esercizi 2021 - 2023, e con scadenza alla data di approvazione del bilancio relativo all'esercizio 2023, i Signori:

- Pietro Carlo Padoan, Andrea Orcel, Lamberto Andreotti, Elena Carletti, Jayne-Anne Gadhia, Jeffrey Alan Hedberg, Beatriz Ángela Lara Bartolomé, Luca Molinari, Maria Pierdicchi, Renate Wagner e Alexander Wolfgring, tratti dalla lista n. 1, che ha ottenuto la maggioranza relativa di voti assembleari, pari al 76,31%, presentata dal Consiglio di Amministrazione uscente;

- Francesca Tondi e Vincenzo Cariello, tratti dalla lista n. 2, che è stata votata dalla minoranza degli azionisti con il 22,75%, presentata da una pluralità di investitori istituzionali.

In sede di candidatura, hanno dichiarato di essere indipendenti ai sensi del D.Lgs. n. 58/1998 (TUF), del Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze n. 169 del 23 novembre 2020 (Decreto), nonché dello Statuto Sociale e del Codice di Corporate Governance i Signori Andreotti, Cariello, Carletti, Gadhia, Hedberg, Lara Bartolomé, Molinari, Pierdicchi, Tondi e Wolfgring,

Il Signor Padoan ha dichiarato di essere indipendente ai sensi del TUF, dello Statuto Sociale e del Codice di Corporate Governance e la Signora Wagner ha dichiarato di essere indipendente ai sensi del TUF e del Decreto.

I curricula dei nuovi Consiglieri sono reperibili nella Sezione Governance/Organi Societari del sito internet della Società (www.unicreditgroup.eu).

 

Determinazione del compenso spettante agli Amministratori

L'Assemblea ha inoltre approvato con 98,55% di voti a favore (voti contrari 0,79%), la proposta del Consiglio di Amministrazione uscente di determinare in Euro 1.805.000 il compenso spettante, per ciascun anno di incarico, agli Amministratori per le attività da questi svolte nell'ambito del Consiglio di Amministrazione e dei Comitati Consiliari, fissandone il gettone di partecipazione per ogni singola riunione formalmente convocata in Euro 1.000 per presenza fisica al Consiglio di Amministrazione e al Comitato per i Controlli Interni & Rischi, Euro 800 per presenza fisica agli altri Comitati ed Euro 400 per partecipazione con mezzi di comunicazione a distanza.

 

Integrazione del Collegio Sindacale mediante nomina di un Sindaco supplente

L'Assemblea ha provveduto altresì a integrare il Collegio Sindacale, con il 95,47% del capitale sociale presente e avente diritto al voto (voti contrari 0,16%), nominando Sindaco supplente il Signor Ciro Di Carluccio, in sostituzione del Signor Roberto Franchini.

La nomina del Signor Di Carluccio, che resterà in carica fino alla scadenza dell'attuale Collegio e, pertanto, sino all'Assemblea convocata per l'approvazione del bilancio relativo all'esercizio 2021, è stata deliberata con le maggioranze previste dalla legge, senza l'applicazione del sistema del voto di lista, fermo il rispetto dei principi di rappresentanza delle minoranze e di equilibrio fra i generi prescritti dalla normativa, anche regolamentare, vigente.

 

Sistema Incentivante di Gruppo 2021

 

L'Assemblea ha approvato, con il 98,55% del capitale sociale presente e avente diritto al voto (voti contrari 0,72%), l'adozione del Sistema Incentivante di Gruppo 2021 che, in linea con quanto richiesto dalle Autorità nazionali ed internazionali, prevede il riconoscimento di un incentivo - in denaro e/o in azioni ordinarie gratuite UniCredit - da corrispondere, condizionatamente al raggiungimento di specifici obiettivi di performance a livello di Gruppo, di Paese/Divisione ed individuale - nell'arco di un periodo pluriennale a selezionate risorse del Gruppo UniCredit.

 

Relazione sulla Politica 2021 di Gruppo in materia di remunerazione

L'Assemblea ha approvato, con il 54,10% del capitale sociale presente e avente diritto al voto (voti contrari 42,66%), la Relazione sulla Politica 2021 di Gruppo in materia di remunerazione che definisce i principi e gli standard che UniCredit applica nel definire, implementare e monitorare le prassi, i piani e i programmi retributivi del Gruppo.

 

Politica di Gruppo dei Pagamenti di Fine Rapporto

L'Assemblea degli Azionisti ha approvato, con il 72,73% del capitale sociale presente e avente diritto al voto (voti contrari 26,54%), un aggiornamento del documento che definisce i criteri per la determinazione del compenso che può essere accordato in caso di conclusione anticipata del rapporto di lavoro o di cessazione anticipata dalla carica, ivi compresi i limiti fissati a detto compenso in termini di annualità della remunerazione fissa e l'ammontare massimo che deriva dalla loro applicazione.

 

Relazione sui compensi corrisposti

L'Assemblea ha approvato, con voto non vincolante pari a 98,63% del capitale sociale presente e avente diritto al voto (voti contrari 0,64%), la Relazione sui compensi corrisposti che fornisce un'informativa dettagliata sulla remunerazione del Gruppo rispetto alle politiche retributive, prassi e risultati.

 

Autorizzazione all'acquisto e alla disposizione di azioni proprie finalizzato al delisting delle azioni UniCredit dalla Borsa di Varsavia. Deliberazioni inerenti e conseguenti

L'Assemblea degli Azionisti ha autorizzato il Consiglio di Amministrazione, con il 99,01% del capitale sociale presente e avente diritto al voto (voti contrari 0,07%), all'acquisto e alla disposizione di un massimo di n. 20.000.000 di azioni ordinarie UniCredit (pari a circa lo 0,89 per cento del capitale sociale di UniCredit), da effettuarsi entro 18 mesi a far data dalla delibera assembleare odierna, al fine di avviare la procedura volta ad ottenere la revoca dalle negoziazioni (c.d. "delisting") delle azioni UniCredit dalla Borsa di Varsavia (WSE) attraverso il lancio di un'offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto tutte le azioni UniCredit acquisite sul WSE e registrate presso il Deposito Nazionale dei Titoli Polacco (l'"Offerta Pubblica di Acquisto Polacca").

Gli acquisti dovranno essere realizzati a un prezzo non inferiore al corrispettivo minimo dell'Offerta Pubblica di Acquisto Polacca da determinarsi in conformità alle leggi polacche vigenti al momento dell'eventuale promozione dell'Offerta Pubblica di Acquisto Polacca e non superiore di più del 10 per cento rispetto al prezzo di chiusura rilevato sulla Borsa di Varsavia nel giorno precedente l'annuncio dell'offerta pubblica di acquisto finalizzata ad ottenere il delisting delle azioni UniCredit dalla Borsa di Varsavia.

L'eventuale avvio delle attività di acquisto prodromiche al delisting resta soggetto all'autorizzazione da parte della BCE, nonché alle relative determinazioni da parte del Consiglio di Amministrazione.

 

Parte Straordinaria

 

Delega al Consiglio di Amministrazione della facoltà di deliberare un aumento gratuito del capitale sociale di massimi Euro 176.024.708 al fine di eseguire il Sistema Incentivante di Gruppo 2021 e conseguenti modifiche statutarie

L'Assemblea ha attribuito al Consiglio di Amministrazione con il 98,33% del capitale sociale presente e avente diritto al voto (voti contrari 1,01%), ai sensi dell'art. 2443 del codice civile, approvando le conseguenti modifiche dello Statuto Sociale, la facoltà di deliberare - anche in più volte e per un periodo massimo di cinque anni dalla data di deliberazione assembleare - un aumento gratuito del capitale sociale, ai sensi dell'art. 2349 del codice civile, di massimi Euro 176.024.708 corrispondenti a un numero massimo di 18.700.000 azioni ordinarie, da assegnare al Personale di UniCredit S.p.A., delle Banche e delle Società del Gruppo che ricoprono posizioni di particolare rilevanza ai fini del conseguimento degli obiettivi complessivi di Gruppo, in esecuzione del Sistema 2021 approvato dall'odierna Assemblea Ordinaria.

 

Modifica dell'art. 6 dello Statuto Sociale

L'Assemblea ha approvato, con il 99,29% del capitale sociale presente e avente diritto al voto (voti contrari 0,05%), le proposte di aggiornamento all'articolo 6 dello Statuto Sociale necessarie a rendere coerente il dettato statutario all'effettivo stato di esecuzione dei piani di incentivazione, attraverso l'eliminazione del comma 1 con conseguente remunerazione dei successivi commi 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 e 10 (quest'ultimo relativo al Sistema Incentivante di Gruppo 2021 sottoposto all'odierna Assemblea) rispettivamente in 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 e 9.

 

Annullamento di azioni proprie senza riduzione del capitale sociale; conseguente modifica dell'art. 5 dello Statuto Sociale. Deliberazioni inerenti e conseguenti

L'Assemblea ha approvato, con il 99,22% del capitale sociale presente e avente diritto al voto (voti contrari 0,14%), l'annullamento delle azioni ordinarie UniCredit che verranno eventualmente acquisite in base alle odierne autorizzazioni assembleari in sessione ordinaria di cui al punto 6 dell'ordine del giorno rilasciate al Consiglio di Amministrazione per l'acquisto di azioni ordinarie UniCredit, nonché delle ulteriori azioni ordinarie UniCredit detenute in portafoglio dalla Società alla data dell'odierna Assemblea fino a un massimo complessivamente non superiore a n. 140.004.760 azioni. Il predetto annullamento non avrà alcun effetto sul patrimonio netto della Società, fermo restando l'ammontare del capitale sociale con conseguente automatico incremento della "parità contabile implicita" delle azioni emesse dalla Società.

L'Assemblea ha quindi attribuito al Consiglio di Amministrazione, approvando le conseguenti modifiche statutarie, la facoltà di:

·         determinare l'effettivo numero di azioni proprie oggetto di annullamento;

·         procedere al relativo annullamento con più atti in via frazionata ovvero in un'unica soluzione, a seconda delle modalità che verranno decise dal Consiglio di Amministrazione comunque entro e non oltre la prima data tra (a) la data di stacco dell'eventuale dividendo relativo all'esercizio che si chiuderà al 31 dicembre 2021 e (b) il 31 luglio 2022.

 

Si precisa che la somma dei voti degli astenuti e dei non votanti completa il quorum delle azioni ammesse al voto. Per una visione completa dell'andamento delle votazioni, si rimanda al "Rendiconto sintetico delle votazioni" che sarà pubblicato nei termini di legge sul sito internet della Società.

 

Si informa che il verbale dell'Assemblea ordinaria e straordinaria degli Azionisti sarà messo a disposizione del pubblico nei termini di legge.

 

 

Milano, 15 aprile 2021

 

Contatti:

 

Investor Relations

e mail: investorrelations@unicredit.eu

 

Media Relations

e mail: mediarelations@unicredit.eu