Share this event on:

  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

Risultati di Gruppo 1Trim18, miglior Primo Trimestre dal 2007

UNICREDIT: UNA BANCA PANEUROPEA VINCENTE

 

LA RIGOROSA ATTUAZIONE DI TRANSFORM 2019 GENERA RISULTATI TANGIBILI

 

RUNDOWN DEL PORTAFOGLIO NON CORE ANTICIPATO AL 2021

 

 

Risultati di Gruppo 1trim18, miglior primo trimestre dal 2007


Solida performance della Core Bank con un Group Core RoTE (1) al 10,4 per cento nel 1trim18, in crescita di 1,1 p.p. a/a. Rapporto tra crediti deteriorati lordi e totale crediti del Group Core in miglioramento nel 1trim18, in calo di 0,9 p.p. a/a al 4,7 per cento


Utile netto di Gruppo a €1,1 mld nel 1trim18, in crescita del 22,6 per cento a/a. Solida performance finanziaria con margine operativo netto a €1,9 mld, in rialzo del 25,5 per cento a/a. RoTE all'8,9 per cento nel 1trim18, in aumento di 1,8 p.p. a/a. Il target del RoTE confermato al di sopra del 9 per cento per il FY19


Margine di interesse di Gruppo resiliente nel 1trim18 a €2,6 mld (-0,4 per cento trim/trim), in linea rispetto le previsioni. Dinamiche commerciali sostenute, commissioni in crescita del 2,8 per cento a/a, trainate dalle commissioni di investimento (+2,3 per cento a/a) e dalle commissioni da servizi transazionali (+9,3 per cento a/a)


Costi a €2,74 mld nel 1trim18 con una flessione del 2,0 per cento trim/trim e del 5,2 per cento a/a. Rapporto costi/ricavi al 53,5 per cento, in calo di 2,5 p.p. a/a.


Costo del rischio a 45 pb nel 1trim18. Il target del CoR confermato a 68 pb per il FY18.


Rundown del portafoglio Non Core anticipato al 2021 rispetto al 2025. 1,8 mld di cancellazioni nella Non Core nel 1Trim18. Il target delle cessioni delle esposizioni deteriorate lorde di Gruppo per IL FY18 di €4 mld, di cui €2 mld in ambito Non Core


Rapporto tra crediti deteriorati lordi e totale crediti di gruppo in calo al 9,5 per cento con esposizioni deteriorate lorde diminuite di €10,6 mld a/a e di €3,8 mld trim/trim


Effetto FTA IFRS9 di 104 pb (2) incluso rundown accelerato della Non Core tramite cessioni e cancellazioni di esposizioni deteriorate


CET1 ratio fully loaded al 13,06 per cento nel 1trim18. CET1 ratio fully loaded a fine 2018 tra il 12,3 e il 12,6 per cento

 

Confermati gli impatti derivanti da modelli, prociclicità e anticipazione delle linee guida EBA, attesi per la maggior parte nel 2sem18



[1] RoTE: rendimento del patrimonio netto tangibile (utile netto annualizzato diviso per patrimonio netto tangibile medio).

[2] Effetto della prima adozione (FTA) dell'IFRS9 al 1 Gennaio 2018 di -104 pb sul CET1 ratio fully loaded, equivalente a circa -€3,76 mld (al lordo delle tasse) proveniente dall'effetto delle rettifiche sui crediti, cancellazioni, classificazioni e misurazioni. Ulteriori dettagli alla nota 32.

Gruppo UniCredit 
Risultati 1trim183 Ricavi resilienti a €5,1 mld (-0,7 per cento a/a, +4,2 per cento trim/trim), principalmente sostenuti dalle commissioni in crescita del 2,8 per cento a/a a €1,7 mld (+4,0 per cento trim/trim). margine di interesse resiliente (-0,4 per cento trim/trim) a €2,6 mld, in linea rispetto le previsioni
Costi operativi a €2,74 mld (-5,2 per cento a/a, -2,0 per cento trim/trim), principalmente grazie a minori costi del personale (-6,9 per cento a/a e -3,9 per cento trim/trim) con FTE in calo di 6.058 unità a/a e di 1.587 trim/trim. Rapporto costi/ricavi al 53,5 per cento (-2,5 p.p. a/a, -3,4 p.p. trim/trim)
Rettifiche su crediti in calo del 35,2 per cento a/a €496 mln, che hanno portato a un costo del rischio stagionalmente ridotto a 45 pb.
Margine operativo netto a €1,9 mld, in rialzo del 25,5 per cento a/a e del 47,2 per cento trim/trim 
Utile netto a €1,1 mld e RoTE all’ 8,9 per cento
Principali contributori all’utile netto: CEE, Commercial Banking Italy e CIB 
Margine operativo netto della Core Bank a €2,1 mld, in aumento del 15,3 per cento a/a grazie a ricavi stabili e al controllo dei costi. Rote in rialzo di 1,1 p.p. a/a al 10,4 per cento
Capitale CET1 ratio fully loaded al 13,06 per cento nel 1trim18, incluso 104 pb per effetto FTA IFRS9 
Robusta posizione patrimoniale che consente di accelerare il rundown delle attività Non Core. Maggior Impatto del FTA IFRS9 sui mutui residenziali deteriorati
Confermati i pagamenti del dividendo al 20 per cento nel 2018 e al 30 per cento nel 2019
Leverage ratio fully loaded pari al 5,35 per cento nel 1trim18
Qualità dell'attivo Rapporto tra crediti deteriorati lordi e totale crediti (NPE)4 di gruppo in calo di 2,1 p.p. a/a al 9,5 per cento nel 1trim18 con tasso di copertura del 60,3 per cento
Rapporto tra crediti deteriorati lordi e totale crediti (NPE)4 di Group Core in calo di 0,9 p.p. a/a al 4,7 per cento nel 1trim18 con tasso di copertura del 57,9 per cento
Esposizioni deteriorate lorde della Non Core in calo di €6,9 mld a/a a €23,6 mld nel 1trim18 con tasso di copertura del 62,4 per cento
Transform 2019 CET1 ratio fully loaded per il 2018 tra il 12,3 e il 12,6 per cento. Il target per il 2019 del CET1 ratio fully loaded confermato al di sopra del 12,5 per cento 
L’operazione FINO si è conclusa con successo a gennaio 2018
Ulteriore azione decisiva con rundown completo accelerato del portafoglio Non Core entro fine 2021, anticipato rispetto al 2025. €1,8 mld di cancellazioni nella Non Core nel 1trim18 
Il target di cessione di esposizioni deteriorate lorde di Gruppo per il FY18 di €4 mld, di cui €2 mld nella Non Core
Miglioramento del target delle esposizioni deteriorate lorde per il 2019 a €37,9 mld per il Gruppo, di cui €14,9 mld nella Non Core, in ulteriore calo di €2,3 mld
Trasformazione del modello operativo in anticipo rispetto ai tempi previsti dal piano, con il 78 per cento delle chiusure di filiali previste e il raggiungimento del 75 per cento delle riduzioni del personale
in corso iniziative commerciali strategiche e la revisione dei processi "end-to-end”(E2E)
UniCredit è l'unica banca in Italia ad offrire tutti e tre i servizi di pagamento mobile: Apple Pay, Alipay e Samsung Pay, quest'ultimo lanciato con successo nel 1trim18, rafforzando ulteriormente l'offerta di pagamenti tramite dispositivi mobili del Gruppo 
Nuova corporate governance implementata in linea con i migliori player europei

[3] A partire dall'1 gennaio 2018, è stato adottato il principio contabile IFRS9, che prevede un nuovo sistema di calcolo degli accantonamenti basato sulla perdita attesa piuttosto che sulla perdita sostenuta. Per maggiori dettagli relativi si prega di fare riferimento ai "Criteri di redazione".

[4] NPE: Non Performing Exposures (NPE). Il perimetro dei crediti deteriorati è allineato alla definizione dell'EBA delle esposizioni deteriorate. Le esposizioni deteriorati sono

Milano, 10 maggio 2018: il Consiglio di Amministrazione di UniCredit S.p.A. si è riunito in data 9 maggio 2018 per l'approvazione dei risultati finanziari consolidati di Gruppo del 1trim18.

 

Jean Pierre Mustier, Amministratore Delegato di UniCredit S.p.A., ha commentato i risultati del 1trim18:

 

"I risultati del primo trimestre 2018 di UniCredit, il miglior primo trimestre in più di un decennio, sono stati guidati da una forte dinamica commerciale in tutto il Gruppo, sostenuta da una rinnovata e positiva attenzione nei confronti del cliente, che si è tradotta in quasi mezzo milione lordo di nuovi clienti.

 

La Core Bank ha realizzato una solida performance con un utile netto di 1,2 miliardi di euro e un RoTE del 10,4 per cento, in rialzo di 1,1 punti percentuali su base annua. Il rapporto tra crediti deteriorati lordi e il totale crediti della Core Bank è pari al 4,7 per cento, in miglioramento di 0,9 punti percentuali su base annua. Grazie alla nostra solida posizione patrimoniale, abbiamo intrapreso ulteriori decisive azioni per accelerare il rundown del portafoglio Non Core al 2021. Ciò avverrà attraverso una combinazione di cessioni e svalutazioni.

 

All'inizio di questo secondo anno, Transform 2019 è in anticipo rispetto ai tempi previsti e produce risultati tangibili: abbiamo già realizzato il 78 per cento delle chiusure di filiali in programma e il 75 per cento delle riduzioni di personale previste, con una diminuzione dei costi così come pianificato.

 

Il nostro CET1 ratio fully loaded del primo trimestre è pari a 13,06 per cento, con il target di fine anno compreso tra il 12,3 e il 12,6 per cento.

 

Tutti gli obiettivi di Transform 2019 sono confermati e continuiamo la rigorosa implementazione del piano, lavorando insieme con tutta la squadra per fare di UniCredit una banca paneuropea vincente."