Share this event on:

  • LinkedIn
  • Google +

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

UniCredit e affiliate di Fortress insieme a Prelios sottoscrivono l'accordo per la cessione di UCCMB, incluso un portafoglio di sofferenze pari a €ca. 2,4 mld

Firmato l'accordo strategico di lungo termine per la gestione di alcuni crediti in sofferenza

 

UniCredit annuncia la firma di un accordo con affiliate di Fortress Investment Group LLC (NYSE: FIG) ("Fortress") che definisce:

 

  • ·la cessione ad affiliate di Fortress dell'intera partecipazione di UniCredit in UniCredit Credit Management Bank S.p.A. ("UCCMB"), incluso un portafoglio di sofferenze per circa €2,4mld (valore lordo);
  • ·i termini principali e le condizioni di un contratto strategico di lunga durata in relazione alla gestione dei crediti deteriorati attuali e futuri di piccola e media dimensione.

Fortress e Prelios hanno concordato che collaboreranno in qualità di partner industriali nella gestione di alcuni crediti deteriorati.

 

L'operazione, che si inserisce all'interno del piano di riorganizzazione della divisione di recupero crediti di UniCredit, ha un forte razionale strategico e permette al Gruppo di beneficiare di:

 

  • accesso ad una piattaforma di recupero crediti specializzata, che sarà ulteriormente rafforzata dal significativo know how di alcune affiliate di Fortress e Prelios relativamente al settore di gestione dei crediti deteriorati;
  •  migliore responsabilizzazione del management e monitoraggio dei processi; e
  • possibile miglioramento della redditività futura del Gruppo grazie ad un incremento atteso della performance dei recuperi su pratiche di piccola e media dimensione.

Il deconsolidamento di un portafoglio di circa €2,4mld di sofferenze si conferma in linea con l'obiettivo di UniCredit di accelerare la dismissione del suo Portafoglio Non Core in Italia, contribuendo ulteriormente a ridurre il rischio patrimoniale ed ottimizzando l'utilizzo del capitale regolamentare.

 

Si stima che per UniCredit l'impatto della transazione sul capitale regolamentare e sul conto economico sia sostanzialmente neutrale.

 

Il completamento dell'operazione, soggetto ad autorizzazioni regolamentari e condizioni standard per questo tipo di operazioni, è atteso per il secondo trimestre del 2015.

 

Questo accordo contribuirà a rendere il mercato italiano del servicing per il recupero dei crediti più indipendente e rappresenta un passo positivo per lo sviluppo del settore come già avvenuto in altri paesi europei.

 

UniCredit è stata assistita nell'operazione da UBS Investment Bank, in qualità di advisor finanziario, e da Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners, in qualità di advisor legale.

 

Fortress e Prelios sono stati assistiti da Mediobanca e Rothschild, in qualità di advisor finanziario, e da Legance, in qualità di advisor legale.

 

Milano, 11 febbraio 2015