Skip to:
  1. Home
  2. Press & Media
  3. Comunicati stampa - Price sensitive
  4. UniCredit: l'Assemblea dei Soci approva le proposte di rafforzamento del capitale
Share this event on:
  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

Mittente:

Destinatario (indirizzo e-mail):

UniCredit: l'Assemblea dei Soci approva le proposte di rafforzamento del capitale

IL PRESENTE COMUNICATO STAMPA NON PUÒ ESSERE PUBBLICATO O DISTRIBUITO, DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE, NEGLI STATI UNITI, IN CANADA, GIAPPONE O AUSTRALIA

NOT FOR PUBLICATION OR DISTRIBUTION IN THE UNITED STATES, CANADA, JAPAN OR AUSTRALIA

 

La presente comunicazione non può essere distribuita, direttamente o indirettamente, negli Stati Uniti (inclusi i relativi territori e domini, qualsiasi Stato degli Stati Uniti e il District of Columbia). La presente comunicazione non costituisce, né è parte di, un'offerta o un invito negli Stati Uniti ad acquistare o sottoscrivere strumenti finanziari. Gli strumenti finanziari ivi menzionati non sono stati e non verranno registrati ai sensi del U.S. Securities Act del 1933 (il "Securities Act").
Gli strumenti finanziari ivi descritti non possono essere offerti o venduti negli Stati Uniti, ovvero a o a beneficio di U.S. persons (come definite ai sensi dalla Regulation S del Securities Act), salvo ai sensi di esenzioni dall'obbligo di registrazione ai sensi del Securities Act. Non sarà effettuata alcuna offerta al pubblico di strumenti finanziari negli Stati Uniti.
La distribuzione del presente comunicato potrebbe essere vietata o limitata ai sensi delle leggi e dei regolamenti applicabili in alcuni paesi. Le informazioni contenute nel presente comunicato non sono destinate alla pubblicazione o distribuzione in Canada, Giappone o Australia e non costituiscono un'offerta di vendita di strumenti finanziari in Canada, Giappone o Australia.

This press release is not for distribution, directly or indirectly, in or into the United States (including its territories and dependencies, any State of the United States and the District of Columbia). This press release does not constitute or form a part of any offer or solicitation to purchase or subscribe for securities in the United States. The securities mentioned herein have not been, and will not be, registered under the United States Securities Act of 1933 (the "Securities Act").
The securities referred to herein may not be offered or sold in the United States or to, or for the account or benefit of, U.S. persons (as such term is defined in Regulation S under the Securities Act) except pursuant to an exemption from the registration requirements of the Securities Act. There will be no public offer of securities in the United States.
It may be unlawful to distribute this press release in certain jurisdictions. The information contained herein is not for publication or distribution in Canada, Japan or Australia and does not constitute an offer of securities for sale in Canada, Japan or Australia.

 

UNICREDIT: L'ASSEMBLEA DEI SOCI APPROVA LE PROPOSTE DI RAFFORZAMENTO DEL CAPITALE

 

L'Assemblea Straordinaria dei Soci di UniCredit S.p.A., tenutasi oggi a Roma, ha approvato le misure di rafforzamento patrimoniale annunciate al mercato il 14 novembre 2011, che consentiranno a UniCredit di raggiungere, assumendo la piena applicazione delle previsioni di cui all'Accordo di Basilea 3, un Common Equity Tier 1 (CET1) ratio  superiore al 9% già nel 2012 - ben al di sopra dei requisiti regolamentari ed in anticipo rispetto all'entrata in vigore delle nuove regole - e superiore al 10% nel 2015.

 


Ristrutturazione dei CASHES


L'Assemblea dei Soci ha approvato la capitalizzazione della riserva sovrapprezzo delle azioni sottostanti ai CASHES  (1) mediante un aumento di capitale sociale a titolo gratuito, da eseguirsi ai sensi dell'art. 2442 del Codice Civile. Tale misura consentirà a UniCredit di mantenere circa €2,4 miliardi (su un totale di circa €3,0 miliardi) come CET1 capital, ovvero circa 50 punti base al 30 settembre 2011 pro forma. Dal punto di vista regolamentare, i rimanenti circa €0,6 miliardi saranno contabilizzati come Additional Tier 1 capital.


Aumento di capitale in opzione


L'Assemblea dei Soci ha deliberato l'aumento di capitale in opzione a pagamento per un importo massimo complessivo di €7,5 miliardi. L'aumento di capitale prevede l'emissione di azioni ordinarie con godimento regolare da offrirsi in opzione ai soci titolari di azioni ordinarie e a quelli portatori di azioni di risparmio di UniCredit, ai sensi dell'art. 2441, primo, secondo e terzo comma del Codice Civile.
L'impatto positivo pro forma sul CET1 ratio consolidato di UniCredit è stimato pari a 142 punti base al 30 settembre 2011, pro forma assumendo la piena applicazione delle previsioni di cui all'Accordo di Basilea 3 e la piena sottoscrizione dell'aumento di capitale in opzione.

 

L'Assemblea dei Soci ha conferito al Consiglio di Amministrazione i necessari poteri per definire, in prossimità dell'avvio dell'operazione, le modalità e i termini dell'aumento di capitale, il prezzo di sottoscrizione delle azioni ordinarie di nuova emissione, il numero di nuove azioni ordinarie da emettere e il relativo rapporto di assegnazione in opzione. Inoltre, l'Assemblea dei Soci ha approvato anche la cancellazione del valore nominale delle azioni ordinarie e di risparmio di UniCredit. Per effetto dell'aumento di capitale gratuito conseguente alla ristrutturazione dei CASHES e della successiva cancellazione del valore nominale delle azioni ordinarie e di risparmio di UniCredit, il parametro per determinare il dividendo spettante alle azioni ordinarie e di risparmio e non pregiudicare i privilegi che assistono le azioni di risparmio di UniCredit sarà modificato dal valore nominale delle azioni ordinarie e di risparmio di UniCredit, precedentemente pari a €0,50, a un valore numerico fisso pari a € 0,63.


Subordinatamente all'ottenimento delle autorizzazioni da parte delle competenti Autorità, si prevede che l'operazione di aumento di capitale in opzione possa essere realizzata entro il primo trimestre 2012.
BofA Merrill Lynch, Mediobanca - Banca di Credito Finanziario S.p.A. e UniCredit Corporate & Investment Banking agiranno in qualità di Joint Global Coordinators e Joint Bookrunners. In aggiunta, Banca IMI, BNP PARIBAS, Credit Suisse, Deutsche Bank AG, HSBC, J.P. Morgan, Société Générale Corporate & Investment Banking e UBS Investment Bank agiranno in qualità di Joint Bookrunners e ING, RBC Capital Markets, The Royal Bank of Scotland e Banco Santander agiranno in qualità di Co-Bookrunners. I Joint Global Coordinators - ad esclusione di UniCredit Corporate & Investment Banking -, i Joint Bookrunners e i Co-Bookrunners hanno sottoscritto un accordo di standby underwriting avente ad oggetto - a condizioni e termini usuali per tale tipologia di operazioni - la sottoscrizione delle azioni ordinarie di nuova emissione eventualmente rimaste inoptate al termine dell'offerta fino a un massimo di €7,5 miliardi.

 

Politica di dividendi
Posto che nell'ambito delle misure di rafforzamento patrimoniale, UniCredit prevede di non distribuire dividendi nel 2012 sui risultati del 2011, per il futuro, al fine di aumentare la flessibilità nella gestione del capitale l'Assemblea dei Soci ha approvato la modifica dello statuto sociale al fine di prevedere la possibilità per il Consiglio di Amministrazione di proporre agli azionisti di ricevere un dividendo per cassa o in azioni ordinarie della Società (scrip dividend) oppure misto a scelta dell'azionista.

 

Raggruppamento di azioni
L'Assemblea dei Soci ha, inoltre, approvato il raggruppamento di azioni ordinarie e di risparmio basato sul rapporto di 1 nuova azione ordinaria o di risparmio ogni 10 azioni ordinarie o di risparmio esistenti.
Nonostante il raggruppamento sia previsto essere finanziariamente neutro, ci si attende che possa portare alcuni potenziali benefici,  inclusa, ove lo stesso dovesse essere realizzato prima del previsto aumento di capitale in opzione, la creazione di un mercato più efficiente e liquido per i diritti durante il periodo di negoziazione.

 

UniCredit S.p.A.

 

Nota:

1) 967.564.061 azioni ordinarie UniCredit relative al contratto di usufrutto e ai contratti correlati sottoscritti con Mediobanca - Banca di Credito Finanziario S.p.A.


Roma, 15 dicembre 2011

 

Contatti:

Investor Relations:
Tel. +39-02-88628715; 

e-mail: investorrelations@unicredit.eu


Media Relations:
Tel. +39-02-88628236; 

e-mail: mediarelations@unicredit.eu

 

 

This press release may contain "forward-looking statements", which includes all statements that do not relate solely to historical or current facts and which are therefore inherently uncertain. All forward-looking statements rely on a number of assumptions, expectations, projections and provisional data concerning future events and are subject to a number of uncertainties and other factors, many of which are outside the control of UniCredit. There are a variety of factors that may cause actual results and performance to be materially different from the explicit or implicit contents of any forward-looking statements and thus, such forward-looking statements are not a reliable indicator of future performance. UniCredit undertakes no obligation to publicly update or revise any forward-looking statements, whether as a result of new information, future events or otherwise, except as may be required by applicable law.