Share this event on:

  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

UniCredit lancia emissione di strumenti innovativi di capitale

UniCredit ha lanciato oggi una nuova emissione di strumenti innovativi di capitale per un importo pari a 750 milioni di Euro, emessi da UniCredit International Bank (Luxembourg) S.A. e garantiti da UniCredit S.p.A. L'emissione, destinata ad un'ampia gamma di investitori istituzionali, consente ad UniCredit di beneficiare delle attuali condizioni favorevoli di mercato e della forte domanda per questa tipologia di strumenti. Sono stati infatti raccolti ordini per un ammontare complessivo pari al doppio dell'importo finale emesso.


Il titolo è caratterizzato da durata commisurata a quella di UniCredit con facoltà di rimborso anticipato da parte dell'emittente a partire dal decimo anno, previa autorizzazione da parte di Banca d'Italia.


L'emissione offre cedola annuale a tasso fisso pari a 8,125% per i primi 10 anni. Se non rimborsato anticipatamente, a partire dal decimo anno il titolo corrisponderà una cedola trimestrale variabile pari al tasso Euribor a 3 mesi più un margine pari a 665 punti base per anno. Il prezzo di emissione è stato fissato a 100%.


UniCredit Corporate & Investment Banking, Societe Generale e Deutsche Bank ricoprono il ruolo di joint bookrunners nel collocamento del prestito. L'operazione ha visto una larga partecipazione di investitori istituzionali: asset manager 81%, banche 9% e società assicurative 7%. La domanda è arrivata principalmente da: UK/Irlanda 30%, Germania 17%, Francia 16%, Italia 11% e Svizzera 8%.


La data di regolamento del titolo è prevista per il 10 dicembre 2009 ed il taglio minimo è pari a Euro 50.000 e successivi multipli di Euro 1.000. È stata fatta richiesta di quotazione presso la Borsa di Lussemburgo. È previsto che la quotazione avverrà alla data di regolamento.

 

Il rating di UniCredit è "Aa3" per Moody's e "A" per Standard & Poor's. Il rating atteso per l'emissione, a causa dello status subordinato, è "A2" (Moody's)/BBB(S&P)" . Moody's ha recentemente pubblicato una nuova metodologia per il rating per questa tipologia di strumenti. In base a tale metodologia il rating attribuito potrebbe essere rivisto al ribasso.

 


Milano, 24 novembre 2009

 


Contatti:


Media Relations:
Tel. +39 02 88628236; e-mail: MediaRelations@unicreditgroup.eu


Investor Relations:
Tel. + 39 02 88628715; e-mail: InvestorRelations@unicreditgroup.eu