Share this event on:
  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

UniCredit: Delibere del Consiglio di Amministrazione

Il Consiglio di Amministrazione di UniCredit ha deliberato, nella sua riunione odierna, di non sottoporre all'Assemblea Straordinaria di UniCredit la proposta di eliminare il nono comma dell'articolo 5 dello Statuto di UniCredit ai sensi del quale nessun avente diritto al voto può esercitarlo per un quantitativo di azioni della Società superiore al 5% del capitale sociale avente diritto al voto. L'efficacia dell'avvenuto esercizio del diritto di recesso risulta attualmente soltanto subordinata all'efficacia della fusione per incorporazione di Capitalia in UniCredit.
L'impatto dei recessi esercitati dagli azionisti di Capitalia che non hanno concorso all'approvazione del progetto di fusione per incorporazione di Capitalia medesima in UniCredit, pari a circa il 3,17% del capitale sociale di Capitalia, per un controvalore complessivo di circa Euro 580 milioni, risulta limitato.
Infatti, nell'ipotesi in cui nessuna azione per la quale è stato esercitato il recesso fosse acquistata da azionisti Capitalia, oppure a seguito dell'offerta in Borsa - in conformità alle vigenti disposizioni del Codice Civile - ed UniCredit dovesse acquistare con riserve disponibili e mantenere in portafoglio tutte le azioni UniCredit rivenienti dal concambio dei predetti titoli, l'impatto massimo stimato sul Core Tier 1 ratio di Gruppo sarebbe limitato a circa 10 p.b. Qualora, poi, UniCredit collocasse successivamente tali azioni sul mercato, l'impatto patrimoniale sarebbe limitato, sulla base del prezzo corrente di UniCredit, a circa 0,5 p.b.

Il Consiglio di Amministrazione di UniCredit ha, inoltre, approvato i risultati semestrali al 30.06.2007 della Capogruppo UniCredit S.p.A che ha chiuso il primo semestre con un utile netto di 2.230 milioni di Euro. Il Consiglio di Amministrazione approverà la Semestrale Consolidata di Gruppo al 30.06.2007 il 16 ottobre 2007.
I risultati consolidati del secondo trimestre 2007 sono stati presentati al mercato il 3 agosto 2007.

Il Consiglio di UniCredit ha inoltre provveduto a cooptare quali Consiglieri i signori Enrico Tommaso Cucchiani e Franz Zwickl in sostituzione, rispettivamente, del signor Paolo Vagnone - che aveva rassegnato le proprie dimissioni a far data dal 18 luglio 2007 e del signor Dieter Munich, dimissionario dalla data odierna. In tale circostanza, il Consiglio di Amministrazione ha provveduto a verificare la sussistenza dei requisiti di indipendenza in capo ai predetti Consiglieri: il signor Cucchiani ha dichiarato di non trovarsi in alcuna delle situazioni descritte all'art. 148, comma 3, del D.Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, ma di trovarsi in una o più delle situazione descritte all'art. 3 del Codice di Autodisciplina emanato nel marzo 2006 dalla Borsa Italiana, e quindi di non essere qualificabile quale Amministratore Indipendente ai sensi della previsione del Codice di Autodisciplina sopra richiamato; il signor Franz Zwickl ha dichiarato di non trovarsi in alcuna delle situazioni descritte all'art. 3 del Codice di Autodisciplina, nonché all'art. 148, comma 3, del D.Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e quindi di essere qualificabile quale Amministratore Indipendente.

Il Consiglio ha infine nominato la signora Maurizia Angelo Comneno "Compliance Officer" di UniCredit, in linea con i regolamenti vigenti della Banca d'Italia che prevedono la nomina di una persona responsabile per la funzione di Compliance.



Milano, 18 settembre 2007


Contatti:

Media Relations:
Tel. +39 02 88628236; e-mail: MediaRelations@unicreditgroup.eu
Investor Relations:
Tel. + 39 02 88628715; e-mail: InvestorRelations@unicreditgroup.eu