Share this event on:
  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

Pioneer Inv.: risultati 2004: patrimonio a quota 129,6 miliardi e raccolta netta pari a 3,6 miliardi di euro

In dicembre raccolta positiva in tutte le divisioni (+1,1 miliradi di euro).
Aumenta la quota di mercato in Italia


Pioneer chiude l'anno 2004 con una raccolta nettacomplessiva positiva per 3.557 milioni di euro, grazie soprattutto al contributo delle componenti estere (+3.567 milioni di euro).
Il patrimonio gestito raggiunge i 129,6 miliardi di euro, un incremento del 6% dall'inizio dell'anno (2,9% effetto vendite nette, 3,1% effetto mercato) e del 1,2% rispetto al mese precedente.

Flussi netti positivi in Italia in dicembre per 360 milioni di euro; dall'inizio dell'anno la raccolta domestica risulta sostanzialmente invariata, mentre nel solo mese di dicembre si e' raggiunto un flusso pari a 456 milioni (perimetro Assogestioni, pari al 32% del sistema)
Pioneer ha così portato la propria quota di mercato in Italia al 13,76% (+37 punti base dall'inizio dell'anno).
Positivo nel 2004 l'andamento del segmento terze parti (+494 milioni), del segmento istituzionale (+165 milioni) e dei fondi hedge (+537 milioni).
Il patrimonio gestito in Italia a fine 2004 è pari a 92,8 miliardi di euro, in aumento del 4,1% dall'inizio anno.

La divisione International (ex Italia) ottiene nel mese flussi netti per 125 milioni di euro e porta il dato dall'inizio dell'anno a oltre 2 miliardi di euro.
Confermato anche nel 2004 il buon andamento delle vendite nei paesi di lingua tedesca (+587 milioni) e nei rimanenti paesi dell'area europea in Spagna e Francia principalmente (+444 e +170 milioni), in America Latina (+104 milioni) e in Asia (+475 milioni)
Incremento superiore al 36% rispetto al valore di inizio anno per il patrimonio: raggiunto il valore di 8,1 miliardi di euro.

La raccolta netta della divisione americana è pari, nel mese, a 369 milioni di euro, grazie in particolare al contributo del nuovo fondo chiuso Pioneer Floating Rate Trust lanciato in dicembre e rivolto alla clientela retail. Dall'inizio dell'anno il dato è pari a 811 milioni di euro.
In dicembre al patrimonio della divisione americana si aggiungono inoltre, circa 3,6 miliardi di dollari dei fondi comuni d'investimento di Safeco Asset Management, acquisiti nello scorso mese di agosto.
Il patrimonio di questa divisione è pari a 25 miliardi di euro a fine dicembre, in crescita del 1,3% rispetto all'inizio dell'anno, al netto dell'effetto Safeco e nonostante il forte apprezzamento della divisa europea.
In dollari invece si è incrementato del 9,3% nello stesso periodo è ha raggiunto i 34 miliardi.

Nella divisione New Europe la crescita, in forte accelerazione negli ultimi mesi dell'anno, continua a seguire un trend estremamente positivo; flussi netti per 237 milioni di euro in dicembre e, dall'inizio dell'anno per 721 milioni di euro, in particolare per il continuo successo dei prodotti obbligazionari in Polonia.
Positivi anche i contributi della Repubblica Ceca, di Croazia e Bulgaria.
In Polonia, Pioneer Pekao conferma la sua leadership tra le società di Asset Management con una quota di mercato del 34,5% (+410 punti base dall'inizio dell'anno).
Incremento del 10,3% rispetto al mese precedente per il patrimonio della divisione (+43,5% dall'inizio dell'anno): raggiunti i 3,7 miliardi di euro.

La raccolta netta di Pioneer Alternative Investments è negativa, nel mese, per 21 milioni di euro nel mese. Il totale annuo è pero' positivo per oltre 1.400 milioni di euro.
Il patrimonio complessivo della divisione alternative si stabilizza a 3,8 miliardi di euro con un incremento del 54,6% dall'inizio dell'anno (i dati di raccolta, nonché gli AuM sono già compresi in quelli delle diverse aree di business).

Milano, 11 gennaio 2005

I dati riportati in questo comunicato sono provvisori e pertanto suscettibili di successive variazioni

Scarica file 13kB