3 LEZIONI DA IMPARARE DA DONNE LEADER DURANTE LA PANDEMIA

Time 4 you

lunedì 22 febbraio 2021

22 February 2021

Un recente sondaggio ha evidenziato che le donne hanno superato gli uomini nella maggior parte delle competenze tipiche dei leader, compresi alcuni requisiti chiave che si sono rivelati necessari per gestire con successo una crisi. Ecco tre lezioni che possiamo imparare da donne leader durante la pandemia di COVID-19.

2:00 Min

La società ha spesso rimproverato alle donne di essere troppo gentili e premurose per essere leader. Il problema sta nel fatto che gentilezza e tenacia vengono spesso percepiti come opposti. Durante l'inizio dell'emergenza Covid-19, alcuni studi hanno evidenziato che le nazioni guidate da donne, come la Nuova Zelanda (guidata dal primo ministro Jacinda Ardern), hanno avuto risultati migliori nella loro controffensiva alla pandemia. Quando la capacità gestionale si unisce alla gentilezza, i leader agiscono nel migliore interesse per i propri dipendenti, per le organizzazioni e per i cittadini.

Le aziende di oggi hanno bisogno di una leadership agile per assicurarsi un futuro di successo - avere manager che siano orientati alle persone, con una spiccata intelligenza emotiva, che includa capacità come l'ascolto, l'umiltà e la responsabilizzazione. Durante l'epidemia di COVID-19, i leader che hanno ascoltato gli esperti sanitari e preso decisioni rapide, come il presidente taiwanese Tsai Ing-wen, sono riusciti a mantenere bassi i tassi di infezione e a proteggere i paesi.

Un approccio partecipativo durante le crisi produce cambiamenti che vanno oltre il risultato a breve termine. Gli studi dimostrano che rispetto alle loro controparti maschili, le donne manager sono più propense a guidare attraverso l'ispirazione. Per esempio, recenti sondaggi sul primo ministro finlandese Sanna Marin, che ha mobilitato gli influencer dei social media per motivare le persone a rimanere a casa per abbassare la curva dell'infezione, hanno rilevato che l'85% dei cittadini ha approvato la sua gestione della pandemia.