ESPATRIATO CHE VIVE IN SLOVENIA – O LA VA O LA SPACCA?

Time 4 you

giovedì 15 ottobre 2020

15 October 2020

La diversità era in cima all'agenda di UniCredit Bank - Slovenia, e l'evento della D&I Week della banca ha avuto come argomento principale una discussione online sulla vita degli espatriati in Slovenia e su come è importante far sentire le persone provenienti dall'estero le benvenute

2:00 Min

La diversità è una grande fonte di progresso e di sviluppo. Promuovere l’inclusione è la vera chiave per sbloccare il potenziale di team e di idee diverse.

 

Durante la Settimana della D&I in Slovenia, le esperienze “reali” hanno rappresentato il filo conduttore di tutti i dibattiti e hanno fornito un’opportunità unica per affrontare i temi dal punto di vista dei dipendenti. La discussione “Stranieri in Slovenia – Stranieri legali” è stata moderata da tre colleghi stranieri che attualmente lavorano nella banca slovena a cui si sono uniti circa 30 colleghi locali di altri dipartimenti della Banca.

 

I colleghi provenienti dall’estero hanno detto che la decisione di cambiare sede è stata per lo più motivata dall’opportunità di lavoro offerta, e dalle opinioni positive che avevano prima di arrivare in Slovenia. Hanno descritto il paese come verde, pulito e bello, e si aspettavano al contempo che la gente del posto fosse felice, avventurosa e sportiva, con un’alta qualità della vita.

 

“Aiuta molto muoversi nel contesto locale con una mente aperta. Quando ci si trasferisce in un nuovo paese, aiuta molto avere una conoscenza di base della gente e della storia del paese. Devi uscire dalla tua comfort zone e cercare di essere il più possibile in sintonia con le perone locali, per esempio, adottando il loro senso dell’umorismo”, Marco Esposito, CEO di UniCredit Bank Slovenia, ha csì riassunto i suoi consigli sul come inserirsi.

 

Ronald Sudić, responsabile delle Risorse Umane, ha commentato: “Qui abbiamo davvero l’opportunità di sperimentare l’approccio di UniCredit insieme ai valori di Etica e Rispetto integrati nella vita quotidiana”. Tutti i colleghi espatriati erano concordi nel ritenere che sono state le persone della banca locale ad aiutarli nell’inserirsi bordo più velocemente e facilmente. I colleghi infatti si sono mostrati, nei confronti dei nuovi arrivati, fiduciosi, creativi e prevedibili in modo positivo, rispettando gli impegni e le loro responsabilità.

 

Uno dei partecipanti sloveni ha risposto: “Siamo lieti di avervi qui perché portate diversità e nuova energia positiva!”