Un giorno nella vita di... Milan Cirkovic

Le nostre persone

venerdì 11 giugno 2021

Questa settimana parliamo con il nostro collega Milan Cirkovic, Head of IT in Bosnia-Erzegovina, che è entrato in Banca l'anno scorso. Ama la matematica e l'ingegneria elettrica, il problem solving creativo e fare lunghe passeggiate all'aria aperta.

2:00 min
milan-cirkovic-work

Chi sei, cosa volevi essere da bambino e cosa fai ora in UniCredit?

Ingegnere elettrico, padre di due figli, appassionato di outdoor e grande buongustaio. Da bambino volevo diventare un musicista, ma il mio amore per la matematica e l'ingegneria elettrica hanno preso il sopravvento. Ho lavorato per grandi aziende di integrazione di sistemi in Bosnia-Erzegovina per 10 anni e sono entrato in UniCredit Bank Banja Luka nella primavera del 2020. Con la pandemia di COVID, è stato un periodo molto impegnativo per iniziare in un nuovo ambiente, ma mi hanno subito fatto sentire il benvenuto fin dal primo giorno.

 

 

Cosa ti piace di più del tuo lavoro e qual è stato il momento di maggior orgoglio o il più grande risultato della tua carriera?

Durante la mia carriera, ho avuto la fortuna di essere coinvolto in molte attività creative, nella risoluzione di problemi, nell'ottimizzazione, nella definizione delle priorità e nella mia preferita: la sfida a trovare nuove idee. Il progetto del servizio Cloud a cui ho lavorato è stato uno dei momenti più alti della mia carriera, dove ho avuto l'opportunità, come project manager, di avviare un’iniziativa unica nel suo genere nel nostro piccolo mercato. Essere parte della soluzione, specialmente in questi tempi difficili, mi rende orgoglioso della mia squadra e di me stesso.

 

 

E qual è la parte più difficile del tuo lavoro?

La mia vita quotidiana a volte può essere opprimente. In quei giorni, le buone idee possono facilmente passare in secondo piano. Gli eventi inaspettati e gli incidenti stanno diventando quotidiani nell'IT e influenzano la continuità del business della banca. In queste situazioni, cerco di ridefinire le priorità, di rimanere concentrato e di fidarmi dei miei colleghi per la definizione delle priorità. Alla fine di queste giornate difficili, cerco di raccogliere le mie idee, prepararmi per le sfide del giorno successivo e riposare un po'… per ripartire da capo!

 

 

Che consiglio daresti a un te stesso più giovane o a qualcuno che sta considerando questo ruolo come carriera?

Al me stesso più giovane o a chiunque all'inizio della sua carriera, suggerirei che avere un buon capo, un ambiente di lavoro sostenibile e l'opportunità di far sentire la propria voce è più importante all'inizio della propria carriera di dettagli quali lo stipendio che si guadagna o dell’importanza del ruolo che si ricopre. In breve, scegliete con cura e fate del vostro meglio, godendovi ciò che fate!

milan-cirkovic-private

Come bilanci la tua vita professionale e personale?

Cerco di pianificare i miei giorni liberi e di passare del tempo di qualità con la mia famiglia e gli amici. Mi piacciono le lunghe passeggiate in città e mi piace passare il tempo vicino al fiume Vrbas. Facevo sport quando ero più giovane, ora cerco di giocare a basket con i miei amici ogni volta che troviamo il tempo.  Come padre di una ragazza adolescente e di un bambino più piccolo, facciamo del nostro meglio per passare tempo in famiglia attraverso attività all'aperto, serate al cinema e viaggi in macchina.

 

 

Cosa ti piace fare per rilassarti dopo una dura giornata in ufficio?

Dopo una giornata di lavoro impegnativa, mi piace cambiare aria. Quindi, esco dal mio appartamento e di solito vado a fare una passeggiata con la mia famiglia e i miei amici: magari facendo un po' di sport.

 

 

Qual è stato l'ultimo libro o l'ultimo film che hai amato? E perché?

L'ultimo libro che ho letto è stato "I leader mangiano per ultimi" di Simon Sinek, che descrive diversi leader, dai capi delle grandi aziende e dei governi agli ufficiali del corpo dei marines, che non sacrificano solo il loro lavoro, ma spesso il loro comfort e persino la loro vita per coloro di cui debbono prendersi cura. Ognuno di loro ha raggiunto il successo mettendo da parte i propri interessi e permettendo ai propri dipendenti e membri del team di sentirsi responsabilizzati e sicuri mentre affrontano le loro sfide quotidiane.