Un giorno nella vita di... Monika Grafl

Le nostre persone

venerdì 09 luglio 2021

Questa settimana parliamo con Monika Grafl, Head of Regional Marketing, Business Customers, and Professionals in UniCredit Bank Austria. Ci racconta perché è appassionata di marketing e ci rivela il suo segreto per bilanciare lavoro e vita familiare.

2:30 min
monika-work

Chi sei, cosa volevi fare da bambina e cosa fai ora in UniCredit?

Mi chiamo Monika Grafl. Ho 42 anni e vivo in Bassa Austria. Dal 2017, sono a capo del Regional Marketing, Business Customers, and Professionals di UniCredit Bank Austria. Da bambina, volevo diventare un insegnante di scuola elementare. Tuttavia, dopo il diploma di scuola superiore i miei interessi si sono spostati verso il settore bancario.  Ho iniziato la mia carriera professionale nel 1998 in una piccola filiale a Vienna, dove ho imparato il business bancario da zero. A partire dal 2005, ho gestito numerosi progetti e iniziative come l'introduzione della segmentazione con Accenture, così come numerosi lanci di prodotti e servizi.

I miei punti di forza sono la capacità di costruire reti fra le diverse divisioni e di creare contatti con le controparti anche al di fuori della Banca. Mi piace lavorare con colleghi di altri dipartimenti e divisioni su nuovi progetti.  Attualmente supporto il gruppo Unicorns in tutti i temi di comunicazione interna ed esterna relativi alla comunità LGBTQI+.

 

Cosa ti piace di più del tuo lavoro e qual è il momento di maggior orgoglio o il più grande risultato della tua carriera?

Mi piace il marketing perché è molto versatile, il che lo rende eccitante e interessante ogni giorno.

Sono particolarmente orgogliosa delle nostre iniziative del 2021, raccontate anche all’interno della serie Unstoppables 2.0 - Lockdown stories, dove abbiamo offerto alle aziende un luogo per raccontare le loro storie ed esperienze personali accadute durante il lockdown.

La nostra attuale campagna di digitalizzazione per le piccole imprese e i clienti aziendali è un altro progetto a cui mi è piaciuto molto lavorare. Sosteniamo le aziende con offerte digitali dedicate come la firma digitale dei contratti, la consulenza video e l’autenticazione, aumentando così la consapevolezza dei servizi digitali tra le nostre piccole imprese e i clienti aziendali. Sono felicissima di essermi classificata tra i "Top 8 progetti più creativi, efficienti e innovativi" del Gruppo nella categoria Digital Acquisition & Customer Activation.

Tuttavia, il mio più grande successo continua ad essere il saper combinare il mio lavoro a tempo pieno con la mia famiglia di tre figli.

 

E qual è la parte più difficile del tuo lavoro o il momento più difficile sul lavoro?

Lo scoppio della pandemia di COVID-19 nel 2020 ci ha costretto ad affrontare la nostra “sfida generazionale” nel marketing. Grazie al forte impegno e alla collaborazione professionale tra tutte le parti interessate, io e il mio team siamo stati in grado di produrre, coordinare, creare e gestire 60-70 materiali promozionali come cartelloni, adesivi, poster e volantini per le nostre filiali in tempistiche davvero complicate e con esigenze in continuo cambiamento.

 

Che consiglio daresti a una te stessa più giovane o a qualcuno che sta considerando questo ruolo come carriera?

Durante i miei studi, ho avuto l'opportunità di fare molti stage. Lo consiglio vivamente a tutti. Questa esperienza pratica è molto importante per scoprire quali attività e settori sono per noi interessanti e quali meno. Consiglio ai giovani di fare ciò che gli piace e di scoprire dove sono i loro punti di forza. Ma una solida conoscenza tecnica e una buona formazione teorica giocano un ruolo essenziale. Anche la curiosità e la flessibilità sono importanti fattori di successo, così come la possibilità di partecipare a programmi di formazione e sviluppo come il talent management, il mentoring, lo shadowing e così via. Ho avuto due grandi mentori in Toni Kolarik, responsabile di Identity and Communication Austria e Martin Bachl, responsabile di Small Business Austria.

monika-private

Come riesci a bilanciare la tua vita professionale e personale?

L'organizzazione è tutto! Il talento organizzativo e l'impegno sono le risorse necessarie per conciliare famiglia e carriera. Io e mio marito abbiamo entrambe queste doti, quindi ci completiamo a vicenda come una grande squadra. Ma anche il tempo per noi due non deve essere trascurato, quindi cerchiamo di fare un viaggio insieme almeno una volta all'anno. È la nostra piccola tradizione!

 

Cosa ti piace fare per rilassarti dopo una dura giornata di lavoro o in ufficio?

Io e la mia famiglia amiamo passare il tempo all'aria aperta e di solito ci godiamo la sera dopo il lavoro nel nostro piccolo paradiso domestico: il giardino. Per me è puro relax e mi aiuta a scaricare lo stress e a elaborare i pensieri negativi.

 

Come potrebbe essere la tua giornata perfetta quando non lavori?

Dal mio punto di vista, non esiste un giorno perfetto. Avere la libertà di passare del tempo nella maniera in cui ho scelto è già di per sé un giorno perfetto. Un esempio potrebbe essere soggiornare in un grande hotel durante un viaggio in una città cosmopolita o stare di fronte in un paesaggio mozzafiato.

La giornata comincerebbe con una dormita fino a tardi, per poi fare una piacevole colazione, preferibilmente un buffet con deliziosi formaggi e salumi, uova, caffè, succo d'arancia e spumante. In seguito, esplorerei la città o farei una piccola escursione. Poi la sera mi godrei una deliziosa cena con i migliori cibi locali, e un buon bicchiere di vino, o assisterei a un concerto o una rappresentazione a teatro. Naturalmente, passerei la giornata in compagnia di mio marito o di un caro amico.

Ma come ho detto, questo è solo un esempio. Posso anche immaginare giornate perfette a casa con i miei tre figli, o in un ambiente diverso con amici o colleghi di lavoro.

 

Qual è stato l'ultimo libro o l'ultimo film che hai amato? E perché?

Il mio ultimo film è stato "Das perfekte Geheimnis" ("Il segreto perfetto") una commedia cinematografica tedesca del 2019. Il film è un remake del film italiano "Perfetti Sconosciuti" del 2016, che è già stato rifatto in numerosi paesi.

Parla di sette amici che una sera a cena insieme decidono di mettere alla prova la loro fiducia accettando di condividere tutti i messaggi e le chiamate ricevute sui loro cellulari durante il pasto.

Ho trovato "The Perfect Secret" un film divertente con colpi di scena sorprendenti. La sceneggiatura fa centro con giochi di parole, dialoghi azzeccati e molta comicità.