Andrea Orcel annuncia un'ulteriore semplificazione del business

Le nostre persone
#BankingThatMatters

giovedì 15 luglio 2021

Il nostro AD riorganizza la prima linea di ciascuna delle aree di business e region di UniCredit, riducendo livelli e complessità.

Care colleghe, cari colleghi,

Fin dall’inizio di questo percorso insieme, vi ho promesso che avremmo semplificato il nostro business. L’ho fatto perché so che è fondamentale farlo per lavorare con efficienza e servire i nostri clienti nel miglior modo possibile. L’ho fatto anche perché me lo avete chiesto con tanta insistenza innanzitutto voi – le persone che conoscono meglio di chiunque altro questa Banca. Voi mi avete espressamente chiesto di rimuovere quella serie di processi burocratici che vi rallentano e vi impediscono di fare al meglio il vostro lavoro.

 

È facile lasciare che nel tempo, in buona fede, si crei questo tipo di complessità, ma è nocivo per un business come il nostro. Per troppo tempo UniCredit ha operato nonostante la sua struttura, invece che grazie a questa. La Banca, e tutte le persone straordinarie che ci lavorano, non hanno avuto la possibilità di sfruttare appieno il proprio potenziale. Ogni successo è stata un’ardua conquista.

Il mio ruolo in UniCredit è quello di darvi la possibilità di crescere, di avere più successo, di essere sempre più vincenti – per voi e per i vostri clienti.

Al momento, voglio concentrarmi sulla nostra Banca, sulle risorse all’interno del nostro Gruppo: è lì che risiede il nostro vero valore, e per questo dobbiamo impegnarci per sprigionare il nostro potenziale. Come ho detto sin dall’inizio, le opportunità esterne rappresentano solo un acceleratore, ma è focalizzandoci sul nostro business, semplificandolo, ottimizzando e ridefinendo le nostre strutture che potremo veramente mettere i nostri clienti al centro di ciò che facciamo.

Il primo passo per andare in questa direzione deve essere la rimozione di qualsiasi struttura superflua, di qualsiasi processo o strato intermedio che ci blocca o che fa solo da intermediario tra attività e persone che invece dovrebbero comunicare in maniera diretta. Tutto questo rallenta le decisioni, e non ci permette di essere la Banca che - sono certo - possiamo essere.

Queste strutture esistono a ogni livello del nostro business, ed è per questo che abbiamo iniziato la semplificazione partendo dai comitati e dal GEC. Oggi annunciamo la prima linea per ognuna delle nostre aree geografiche e per la maggior parte delle funzioni a supporto del business, e questo processo continuerà, dal momento che il nostro viaggio è soltanto all’inizio.

 

Tutte le decisioni che abbiamo preso riguardo alle nuove strutture seguono questi principi:

  • Il nostro business deve essere strutturato e gestito in maniera dinamica, per essere in grado di muoversi velocemente e rispondere prontamente a sfide e opportunità.

  • I nostri leader devono essere autonomi e responsabili delle funzioni e della performance finanziaria del proprio business. Devono incarnare i nostri valori nelle loro azioni e nelle loro decisioni.

  • La nostra organizzazione deve riflettere i più alti standard di controllo, che devono essere strettamente legati al modo in cui facciamo business.

  • La tecnologia e la nostra strategia digitale devono diventare parte integrante del nostro DNA.

  • Dobbiamo essere in grado di sposare la flessibilità, sfidare il nostro status quo, identificare nuove opportunità, ed essere competitivi in ogni mercato in cui siamo presenti.

  • Alla base di tutto questo deve esserci un’attenzione incrollabile al sostegno e alla crescita dei clienti che serviamo e delle comunità in cui operiamo.

Ricordate che non stiamo facendo tutto questo solo per creare un business che sia semplicemente in linea con i nostri obiettivi. Stiamo facendo tutto questo per creare un business che possa competere con i migliori player del mondo. Un business che, con il tempo, possa diventare il migliore di tutti.

Qualcuno ha messo in dubbio la nostra abilità di muoverci al ritmo che vi ho chiesto, ma grazie al vostro contributo abbiamo già dimostrato loro che si sbagliavano, e continueremo a farlo. Non c’è dubbio che spingerci così lontano sia stato un grande sforzo per tutti noi. Ma è parte della visione che ho condiviso con voi il primo giorno. Questo è il primo passo verso il viaggio che vi ho chiesto di fare insieme a me.

 

Ma se facciamo un primo passo adesso, avremo una struttura che ci consentirà di ottimizzare le nostre prestazioni, che ci assicurerà di avere le persone giuste al posto giusto e che ci permetterà di mettere i clienti e il loro futuro al centro di tutto ciò che facciamo. Stiamo costruendo insieme la nostra Banca. E questo porterà i suoi frutti, i suoi dividendi, a tutti.

Questi cambiamenti sono soltanto l’inizio: il nostro viaggio è in costante evoluzione e i cambiamenti sono parte di un riassetto generale che ci siamo impegnati a portare a termine. Aspettatevi ulteriori evoluzioni mentre perfezioniamo e diffondiamo la nuova visione per il nostro business; vorrei quindi chiedervi fiducia, pazienza e autonomia mentre affrontiamo insieme questo periodo intenso ed emozionante.

 

Grazie a tutti voi per la costante dedizione e l’impegno che state mettendo nel costruire la nostra UniCredit; grazie per la vostra resilienza, la tenacia e il senso di appartenenza a questa istituzione.

 

Andrea