Attraverso gli occhi #6 

mercoledì 08 giugno 2022

Questa settimana vi portiamo nella splendida Sicilia per scoprire la sesta storia del Bilancio 2021 di UniCredit. Il nostro cliente Donnafugata, uno dei migliori produttori di vino al mondo che unisce tradizione, passione, innovazione e sostenibilità, è da molto tempo partner di UniCredit, abbracciando i suoi piani di crescita nel corso degli anni. Leggi questa bellissima storia tutta Made in Italy.

2:00 min

Donnafugata nasce nel 1983 in Sicilia dall’iniziativa di Giacomo Rallo e la moglie Gabriella che, con passione, hanno saputo innovare lo stile e la percezione del vino siciliano nel mondo. Oggi, la quinta generazione José ed Antonio Rallo guidano l’azienda ed una squadra di persone orientata all’eccellenza del “Made in Italy”.

 

José Rallo è il volto e la voce dell’azienda. Alla guida del team marketing e pubbliche relazioni, ha rivoluzionato il modo di raccontare il vino come cantante del Donnafugata Music & Wine; un’esperienza multisensoriale che abbina il vino alla musica. È membro del consiglio di amministrazione di Assovini Sicilia, dell’Agenzia ICE e del FAI.

 

Antonio Rallo è l’agronomo e winemaker dell’azienda, dotato di visione strategica e fortemente impegnato in favore del vino siciliano. È alla guida del Consorzio di Vini DOC Sicilia, strumento di promozione e di coesione territoriale che conta oltre 8.300 viticoltori.

La Sicilia è un continente vitivinicolo dalla grande biodiversità e con un clima straordinario, e qui è profondamente  radicata l’identità di Donnafugata. Oltre alle sue storiche cantine a Marsala, le tenute dell’azienda si estendono per oltre 400 ettari di vigneto: dalle terre a picco sul mare di Pantelleria, al paesaggio collinare di Contessa Entellina e Vittoria, fino ai vigneti di montagna sull’Etna.

 

Da più di 30 anni l’azienda è impegnata nello sviluppo eco-sostenibile del proprio territorio.Per Donnafugata la sostenibilità è la chiave del vino siciliano di qualità applicando un sistema di buone pratiche in vigna come la coltivazione di varietà autoctone. In cantina ha adottato misure di risparmio energetico e produce energia pulita da fonti rinnovabili. Tra le certificazioni di sostenibilità di Donnafugata ci sono la Carbon e Water Footprint del DNV-GL e SOStain che promuove la condivisione di buone pratiche eco-compatibili e una comunicazione trasparente verso i consumatori.

 

 

Nel cuore di Donnafugata vi è anche il patrimonio storico- culturale siciliano che ispira il dialogo vino, letteratura e arte: il nome dell’azienda rimanda al romanzo Il Gattopardo e la storia della regina in fuga, che trovò rifugio là dove oggi si trovano i vigneti aziendali. Le etichette d’autore rappresentano  un tratto identitario di Donnafugata e raccontano il mondo e i colori dell’isola tra tradizione e innovazione.

Donnafugata crede nella propria responsabilità sociale d’impresa sostenendo nel tempo vari progetti: tra questi la donazione al FAI (Fondo Ambiente Italiano) di un giardino pantesco aperto al pubblico, il finanziamento del Premio Giuseppe Nenci della Scuola Normale di Pisa, fino al recupero di due preziosi Pupi siciliani del Museo “Pasqualino” di Palermo.
Una peculiarità di Donnafugata è il ruolo delle donne che all’interno dell’organizzazione aziendale occupano il 40% delle posizioni manageriali. La presenza femminile è pari al 52%, se si esclude il settore produttivo che vede comunque una donna in posizione apicale. Infine, grande importanza è data alla formazione continua delle risorse umane.

“Sempre alla ricerca di nuove sfide, UniCredit, nostro storico partner, ha sposato negli anni i nostri piani di crescita supportando in particolare gli investimenti più recenti che ci hanno permesso di realizzare le Tenute di Etna e Vittoria”.

 

José Rallo, Ceo

CEO José Rallo: “Siamo un’azienda familiare in moto perpe tuo, esempio di una Sicilia del vino autentica e sostenibile. Sempre alla ricerca di nuove sfide, UniCredit, nostro storico partner, ha sposato negli anni i nostri piani di crescita supportando in particolare gli investimenti più recenti che ci hanno permesso di realizzare le Tenute di Etna e Vittoria, tenute che hanno ancor di più rinforzato il nostro posizionamento premium con piccole produzioni di pregio da territori e vigneti unici”.

Scopri le altre storie del nostro Bilancio Annuale 2021 qui: https://annualreport.unicredit.eu/en?intcid=INT-IG_CTA0070