Start Lab 2021. I vincitori del Life Science

Clienti

venerdì 16 luglio 2021

Tempo di commissioni per le startup selezionate da UniCredit Start Lab. Scopriamo più da vicino i progetti a più alto potenziale valutati dalla nostra giuria di esperti. Prima puntata dedicata al settore Life Science.

 

2:00 min

Anche quest’anno si è rinnovato un importante appuntamento per oltre 50 startup innovative italiane, che hanno avuto l’opportunità di presentare i propri progetti ai giurati delle Commissioni Settoriali di UniCredit Start Lab, la piattaforma di business di UniCredit dedicata all’innovazione, giunta nel 2021 all’ottavo anno di attività.

 

Prima ad esprimersi in ordine di tempo è stata la Commissione Life Science, che ha coinvolto quest’anno imprenditori e manager di alcuni tra i principali player italiani del settore; Federica Alberti, Head of Corporate Affairs & Institutional Relations di Zambon, Maurizio Colombo, Vice Chairman di Sapio, Marco Ferrari, CEO di Anemocyte, Luca Foresti, CEO di Centro Medico Santagostino, Enrica Mambelli, CFO di Althea, Marco Stevanato, Vice Chairman di Stevanato, e Giuseppe Vita, Honorary Chairman di Axel Springer.

 

Ad aggiudicarsi il primo premio di categoria è stata PerFormS, azienda modenese che ha sviluppato il primo farmaco alternativo ai cortisonici per il trattamento a lungo termine della psoriasi, potenziando l'attività anti-infiammatoria di una molecola endogena priva di effetti collaterali. La startup vince un grant di €10.000.

 

LS_PerFormS_team

"Il posizionamento in cima alla classifica dei migliori progetti del life science di Unicredit Start Lab ci ha confermato la validità della nostra idea e della strada che abbiamo deciso di intraprendere un anno fa, quando abbiamo fondato PerFormS. Da questo percorso ci aspettiamo di poter fare quel salto imprenditoriale che ci serve per avvicinarci sempre di più al nostro obiettivo, soprattutto grazie alla possibilità di essere seguiti da mentor a noi dedicati."

 

Seconda classificata è la startup torinese NIB Biotech, che ha ideato un test rapido che utilizza le urine per lo screening del tumore alla prostata, in grado di identificare contemporaneamente la presenza e l'aggressività di un possibile caso di tumore, dando indicazione di effettuare esami diagnostici approfonditi solo agli uomini che ne necessitino realmente.

 

LS-NIB-biotec_TEAM

"Un test rapido per l'analisi delle urine, affidabile e facile da usare, per cambiare il paradigma dello screening del tumore alla prostata. Questo è il nostro primo obiettivo e grazie al supporto, alle competenze e al network di UniCredit Start Lab puntiamo a portare il nostro prodotto sul mercato internazionale e strutturarci come una grande azienda nel campo della diagnostica in vitro."

 

Il terzo posto è andato a 1000Farmacie - di Napoli - una piattaforma di digital healthcare che unisce le migliori farmacie italiane, con i rispettivi magazzini, per consentire agli utenti di scegliere tra un'ampia gamma di prodotti al prezzo migliore e riceverli direttamente a casa tramite il servizio di consegna. La startup si contraddistingue per un modello senza stock e per la capacità di gestire le ricette mediche attraverso un modello di delivery last mile.

 

LS-1000Farmacie-Team

"La partecipazione a UniCredit Start Lab ci consentirà l'accesso ad un network internazionale di investitori e partners. È una opportunità unica di emergere nel complesso ecosistema di startups e scale-ups."

 

 

Menzione speciale infine per la bolognese Angiodroid, che ha sviluppato il primo e unico iniettore automatico di CO2 validato per l'uso nelle procedure di angiografia periferica. L'angiografia automatica con CO2 (ACDA) è un'alternativa più economica, più efficace e meno rischiosa rispetto all'uso di mezzi di contrasto contenenti iodio, agente nefrotossico.

 

LS_ANGIODROID_TEAM

"Angiodroid sta intraprendendo un percorso di scale up che porterà all'accesso a nuovi mercati e al potenziamento strutturale dell'azienda in Europa. UniCredit Start Lab sarà un'opportunità importante per la definizione e la successiva attuazione della strategia volta al consolidamento delle attività sul panorama europeo e alla crescita nei mercati oltreoceano".

 

Su One UniCredit, nelle prossime quattro settimane, continueremo a curare un approfondimento dedicato a queste giovani eccellenze italiane. Continuate pertanto a seguirci nelle prossime puntate per conoscere i progetti del Clean Tech, del Digital, dell’Innovative Made in Italy e dell’Impact Innovation.