SODDISFARE L’IMPENNATA DELLA DOMANDA DI CAPITALE CIRCOLANTE

Clienti

martedì 20 ottobre 2020

20 October 2020

La domanda di finanziamenti di capitale circolante da parte delle imprese europee ha registrato un picco senza precedenti nella prima metà del 2020

2:00 Min

La pandemia di coronavirus e il conseguente rallentamento dell’economia che ne è derivato hanno determinato una contrazione dei ricavi in tutti i settori e in tutte le aree geografiche. Di conseguenza, la domanda di finanziamento del capitale circolante da parte delle imprese europee ha registrato un picco senza precedenti nei primi due trimestri dell’anno.

Il grafico seguente mostra i risultati della ciclica indagine sui prestiti bancari della Banca Centrale Europea (BCE): la domanda di capitale circolante sta crescendo in modo significativo rispetto a quanto visto in precedenza, assestandosi sui risultati di quasi due decenni fa, quando si svolse la prima indagine.

In tutti i maggiori Paesi dell’Eurozona, anche la domanda di prestiti alle imprese a breve termine è aumentata notevolmente.

Con l’incertezza del panorama macroeconomico che probabilmente persisterà a breve termine, le imprese di ogni tipo dovranno riconsiderare e ottimizzare le loro strategie di gestione del capitale circolante, al fine di garantire un solido flusso di cassa, mitigare i rischi finanziari e mantenere liquide le loro catene di fornitura.

UniCredit rimane a disposizione per supportare i clienti di tutte le dimensioni con una suite innovativa di strumenti di capitale circolante su misura, che possono essere combinati e personalizzati per consentire alle aziende di assorbire lo shock economico causato da COVID-19 e continuare ad estendere la liquidità ai fornitori – il tutto lavorando da remoto, se necessario.

A tal fine, la nostra banca offre programmi di finanziamento dei crediti attivabili digitalmente, consentendo alle aziende di garantire il pagamento anticipato e di ridurre l’esposizione al rischio. I grandi acquirenti possono anche supportare i loro fornitori garantendo loro tassi di finanziamento più favorevoli attraverso i programmi di finanziamento della supply chain sviluppati su misura da UniCredit, il cui obiettivo è accelerare i pagamenti ai fornitori e fornire liquidità in anticipo rispetto alle scadenze delle fatture.