Share this event on:

  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

Indipendenza

Consiglieri-indipendenti

Il Consiglio di Amministrazione valuta l'indipendenza dei propri componenti ai sensi dell'art. 20 dello Statuto sociale di UniCredit, dell'art. 3 del Codice di Autodisciplina e dell'art. 148 del TUF. Questa valutazione viene effettuata al momento della nomina e successivamente con cadenza annuale, sulla base delle informazioni fornite dai singoli interessati o comunque a disposizione di UniCredit. 

 

Con particolare riferimento ai requisiti di indipendenza indicati dal Codice di Autodisciplina e dallo Statuto, sono prese in considerazione le informazioni relative alla sussistenza di rapporti (creditizi, commerciali/professionali e di lavoro dipendente, nonché cariche rilevanti ricoperte) intrattenuti in via diretta o indiretta con UniCredit e società del Gruppo dai Consiglieri e dagli altri soggetti agli stessi riferibili.

 

Al fine di verificare l'eventuale rilevanza dei rapporti sopra indicati, il Consiglio di Amministrazione ha ritenuto di non procedere alla mera individuazione di grandezze economiche predefinite il cui superamento possa "automaticamente" indicare la compromissione dell'indipendenza, dal momento che tale verifica richiede una valutazione complessiva di aspetti soggettivi e oggettivi. I criteri a tal fine individuati sono: 

(i) la natura e le caratteristiche della relazione

(ii) l'ammontare in termini assoluti e relativi delle operazioni

(iii) il profilo soggettivo della relazione. 

 

In particolare, nel valutare la significatività della relazione, il Consiglio ha considerato, se disponibili, le seguenti informazioni: 

  • per i rapporti creditizi, l'importo in valore assoluto del credito accordato, il suo peso rispetto al dato di sistema e, ove del caso, la situazione economico-finanziaria del prenditore; 
  • per i rapporti professionali/commerciali, le caratteristiche dell'operazione/relazione, l'importo del corrispettivo e, ove del caso, la situazione economico-finanziaria della controparte; 
  • per le cariche ricoperte in società del Gruppo, l'importo complessivo di ogni ulteriore compenso. 

 

In tutti i suddetti casi, sono considerati i soggetti coinvolti (Amministratore o familiare; UniCredit o società del Gruppo) e, per i rapporti con società/enti, la relativa tipologia di "collegamento" (carica ricoperta/partecipazione di controllo) con l'Amministratore o il familiare.

  Indipendenza da statuto/codice Indipendenza da tuf Data ultima verifica
PRESIDENTE      
Cesare Bisoni NO
SI 7 luglio 2020
VICE PRESIDENTE VICARIO      
Lamberto Andreotti SI SI 7 luglio 2020
AMMINISTRATORE DELEGATO      
Jean Pierre Mustier NO NO 7 luglio 2020
CONSIGLIERI      
Mohamed Hamad Al Mehairi SI SI 7 luglio 2020
Sergio Balbinot
NO SI 7 luglio 2020
Vincenzo Cariello SI SI 7 luglio 2020
Elena Carletti SI SI 7 luglio 2020
Diego De Giorgi SI SI 7 luglio 2020
Beatriz Lara Bartolomé   SI SI 7 luglio 2020
Stefano Micossi
SI SI 7 luglio 2020
Maria Pierdicchi
SI SI 7 luglio 2020
Francesca Tondi SI SI 7 luglio 2020
Alexander Wolfgring SI SI 7 luglio 2020
Elena Zambon SI SI 7 luglio 2020
 

 

 

Il Consiglio di Amministrazione di UniCredit non ha sinora ritenuto necessaria la designazione di un Amministratore indipendente quale Lead Independent Director, in considerazione dell'assenza delle condizioni previste dal Codice di Autodisciplina per la sua nomina, ovvero:

(i)   se il Presidente del Consiglio di Amministrazione è il principale responsabile della gestione dell'impresa;

(ii)  se la carica di Presidente è ricoperta dalla persona che controlla l'emittente;

(iii) se richiesto dalla maggioranza degli Amministratori indipendenti.

 

In generale, ulteriori informazioni sull'indipendenza dei Consiglieri sono reperibili nelle Relazioni sul Governo Societario relative a ciascun anno.

 

 

 

 

Aggiornato il 24 Agosto 2020.