Share this event on:
  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

Fondo "Sempre con voi"

Fondo 'Sempre con voi'

Il nostro contributo, € 500.000 ai familiari dei sanitari deceduti

UniCredit Foundation sente il dovere di stare vicina alle famiglie dei medici e degli operatori sanitari che, combattendo in prima fila il Covid 19, sono deceduti nello svolgimento della loro professione

Dai colloqui avviati con numerosi dei principali protagonisti del sociale, avviati da UniCredit Foundation all'indomani dello scoppio della pandemia, emerge il quadro di una situazione estremamente complessa e articolata. Al suo interno, la Fondazione mette immediatamente a fuoco anche la necessità di fornire un sostegno concreto alle famiglie dei numerosi operatori sanitari, medici, paramedici ed infermieri che, per assistere i pazienti colpiti da Covid 19, hanno contratto a loro volta il virus e, a causa di esso, sono deceduti.
Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione si riunisce così il 30 aprile 2020 e delibera di destinare la somma di € 0,5 milioni al fondo "Sempre con voi" costituito il 5 aprile dal dipartimento della Protezione civile su iniziativa della famiglia Della Valle.
Il Consiglio sottolinea che la scelta fatta vuole non solo fornire un sostegno economico alle famiglie del personale medico e paramedico deceduto a causa del Covid 19, ma anche ridurre il rischio che, terminato il momento delle emozioni, ci si possa dimenticare di coloro che hanno pagato il tributo più alto a questa pandemia.
La scelta fatta dalla Fondazione di operare attraverso un fondo costituito presso il Dipartimento della Protezione Civile sottolinea inoltre l'importanza di avviare, soprattutto in momenti di estrema gravità, collaborazioni tra pubblico e privato capaci di finalizzare con generosità, velocità e trasparenza interventi in ambito sociale di grande importanza.
Il Fondo ha iniziato ad erogare i primi contributi già nei primi giorni del mese di dicembre 2020 seguendo le indicazioni fornite da una apposita ordinanza pubblicata il 17 agosto sulla Gazzetta Ufficiale.
Con questa iniziativa termina, sotto un certo punto di vista, la fase emergenziale durante la quale la Fondazione ha investito i propri fondi in una logica di contrasto alla diffusione della pandemia ed inizia una fase che guarda, come orizzonte temporale, alla fase successiva, non meno difficile e bisognosa di interventi