Share this event on:

  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

Arte

La trasformazione della raccolta delle opere d'arte di UniCredit

 

 

Il patrimonio artistico di UniCredit comprende un totale di circa 53.300 beni (opere d'arte e arredi pregiati) distribuiti principalmente in Italia, Germania e Austria.

La raccolta delle opere d'arte riflette l'identità europea del Gruppo e si distingue per la sua ampiezza e qualità, includendo opere antiche, capolavori europei che vanno dal XV al XIX secolo e opere contemporanee. Le fotografie ne costituiscono una parte importante, con più di 4.000 immagini storiche e contemporanee.

 

Oltre ad una serie di attività già avviate quali partnership, prestiti e accordi di comodato d'uso con i principali musei e istituzioni di tutta Europa, il Gruppo ha annunciato una nuova strategia di valorizzazione del proprio patrimonio artistico culturale che si svilupperà nel corso dei prossimi anni con iniziative di respiro nazionale e internazionale.

 

Lungo queste linee guida saranno lanciate nuove iniziative volte a rendere il suo patrimonio artistico completamente accessibile a tutti. E' infatti in programma un'iniziativa digitale che permetterà di accedere in modalità virtuale alla raccolta di opere d'arte della banca, nonché programmi educativi rivolti a ragazze e ragazzi, in collaborazione con UniCredit Foundation. Sarà inoltre curata una mostra itinerante in linea con gli obiettivi della Fondazione di supporto ai giovani e all'istruzione.

 

 

Informazioni di dettaglio su tali nuovi progetti verranno via via resi noti.

RetailInvestor_Contacts

Contatti

 

 

UniCredit Group Cultural Affairs, Donations and GI&CA Business Mgmt

 

e-mail: sponsoculturali@unicredit.eu

Partnership in Italia

MAMbo_facciata_foto_Matteo_Monti

MAMbo - Museo d'Arte Moderna

Bologna

 

Nell'ambito del progetto Art4Future, UniCredit è Main Partner del Nuovo Forno del Pane, centro di produzione artistica interdisciplinare che trasforma gli spazi e la funzione della Sala delle Ciminiere del MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna: non più solo uno spazio espositivo ma anche un incubatore di creatività. Dodici giovani artisti bolognesi, selezionati tramite bando pubblico, da luglio a dicembre 2020, grazie ad UniCredit avranno la possibilità di creare i propri atelier all'interno del Museo e di realizzare proprie opere, dando vita ad una comunità creativa unica nel panorama museale italiano.

Mart_Jacopo-Salvi

MART, Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto

Rovereto

 

Dal 2004 UniCredit è partner del museo.

MACRO_Monkeys-Video-Lab.

MACRO, Museo d'Arte Contemporanea

Roma

 

Grazie al supporto di UniCredit, Daniel Buren, artista concettuale francese di fama mondiale, ha creato per il MACRO la sua prima installazione permanente a Roma, "Danza tra Triangoli e Losanghe per tre colori".

MAXXI_FrancescoRadino

MAXXI, Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo

Roma

 

UniCredit collabora con il museo sin dalla sua inaugurazione.

Partnership in Austria

Kunstforum-Wien_2020_1260x844

KUNSTFORUM

Vienna


Da oltre 30 anni UniCredit Bank Austria, è il principale sostenitore di questo spazio espositivo a Vienna, che accoglie principalmente capolavori dell'arte moderna e dell'avanguardia postbellica in Austria e dal 2000 ospita mostre di artisti contemporanei.

albertina_2020_1260x844

ALBERTINA

Vienna

 

Sede di una delle migliori collezioni di grafica al mondo, accoglie regolarmente mostre internazionali di successo, che contribuiscono a renderlo un museo di fama internazionale. Dal 2011 UniCredit Bank Austria è il main sponsor delle principali mostre annuali.

Partnerships in Germany

Kunsthalle_2020_1260x844

KUNSTHALLE DER HYPO-KULTURSTIFTUNG

Monaco


UniCredit, attraverso UniCredit Bank AG ("HypoVereinsbank"), ha fondato e continua a sostenere questo famoso spazio espositivo per l'arte antica e moderna a Monaco.

Aggiornato il 16 Dicembre 2015.