Share this event on:
  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

Premio Furla 2009: presentazione dell'opera vincitrice

  • 06

    Giugno 2009
  • 05

    Luglio 2009
Fondazione Querini Stampalia, Venezia  
Save
file

Shift è il titolo dell'opera con cui Alberto Tadiello, artista ventiseienne, si è aggiudicato il Premio Furla 2009, ideato da Chiara Bertola e promosso da Fondazione Furla, Fondazione Querini Stampalia, MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna e UniCredit Group con la collaborazione di Viafarini e Arte Fiera. Il lavoro ultimato sarà presentato sabato 6 giugno alle ore 11.00 presso la Fondazione Querini Stampalia di Venezia e sarà fruibile fino al 5 luglio 2009.

 

Prodotta grazie al contributo della Fondazione Furla che la acquisterà e collocherà in deposito per l'esposizione presso il MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna, l'opera, appoggiata a terra, è composta da un amplificatore e una coppia di casse audio, connessi ad una serie di trasformatori che alimentano circuiti in grado di convertire le variazioni di una frequenza elettrica nelle corrispettive frequenze audio.

 

La giuria internazionale, composta da Alessio Antoniolli, Zdenka Badovinac, Roberto Daolio, Hans Ulrich Obrist e presieduta dall'artista madrina Marina Abramovic ha premiato, il 24 gennaio nel corso di Artefiera, Alberto Tadiello «per la valenza puramente funzionale e allo stesso tempo strutturale della sua opera, per il fatto che il suo progetto fa sentire la presenza fisica e immateriale del suono provocando una tensione vitale, per la capacità di rendere poeticamente manifesta ai sensi l'energia nascosta del reale, e per la sua dimensione di artista inventore che lascia immaginare un futuro ricco di nuove idee creative».

 

La presentazione dell'opera sigla la fase conclusiva della Settima edizione del Premio Furla, che si conferma come il premio italiano di eccellenza a sostegno della giovane creatività artistica.

 

Nel 2009 il Premio Furla ha inteso rinnovare il proprio format per sviluppare un modello di progettualità condivisa tra istituzioni ed artisti, tema critico particolarmente avvertito nel sistema dell'arte italiano. La novità strutturale consiste nel rafforzare il sostegno alla creatività non soltanto finanziariamente, ma anche a livello progettuale, partendo dall'indagine critica nella ricerca artistica contemporanea, passando attraverso il confronto con giovani curatori italiani e guest curators di fama internazionale, per giungere alla produzione di una nuova opera destinata alla fruizione pubblica nell'ambito di una collezione museale e alla sua valorizzazione nel contesto di un prestigioso appuntamento come la 53° Esposizione Internazionale d'Arte di Venezia.

 

Il Premio Furla 2009, corrispondente ad un valore complessivo di 45.000 euro, prevede per Alberto Tadiello anche una esperienza di residenza d'artista presso Gasworks di Londra prevista da gennaio a marzo 2010, con il coordinamento di Viafarini, centro di documentazione sull'arte contemporanea.

 

 

(nella foto: work in progress dell'opera Shift)



 

Info

Per maggiori informazioni, visita il sito www.querinistampalia.it