Share this event on:
  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

La creazione artistica negli anni della Guerra Fredda al Mart Rovereto

  • 28

    Marzo 2009
  • 26

    Luglio 2009
Mart Rovereto  
Save
file

Esposte oltre 250 opere che illustrano la creazione artistica negli anni della Guerra Fredda, dal design all'architettura, dal cinema alle arti visive

 

 

La mostra

È dedicata ai prodotti della creatività internazionale nel periodo della Guerra Fredda tra "alleanza atlantica" e paesi del blocco sovietico la mostra del MartRovereto "La Guerra Fredda - Cold War Arte e design nel mondo diviso 1945 - 1970", a cura di Jane Pavitt e David Crowley, realizzata in collaborazione con il Victoria & Albert Museum di Londra.

 

Si tratta della prima grande esposizione che ripercorre gli aspetti che hanno ispirato e animato le manifestazioni della creazione artistica dell'epoca, divisa tra due diverse concezioni di "modernità", mentre imperversava l'opposizione tra comunismo e capitalismo.

 

Con le oltre 250 opere esposte, sono illustrati il design, l'architettura, il cinema e la cultura popolare fioriti nei due blocchi del "mondo diviso"durante il periodo della Guerra Fredda: si tratta di creazioni provenienti da Stati Uniti, Francia, Regno Unito, Germania Ovest, Italia, Unione Sovietica, Germania dell'Est, Polonia, e Cecoslovacchia.

 

 

Il percorso espositivo

L'allestimento è articolato in diverse sezioni che narrano dei seguenti temi: la progettazione dell'ambiente domestico, la corsa per la conquista dello spazio, le rappresentazioni della minaccia nucleare, i manifesti ed i film che hanno contribuito a plasmare l'immaginario collettivo.

 

Le opere in mostra ricostruiscono il clima del tempo: la tensione, la competizione per la supremazia mondiale e i trionfi dello sviluppo tecnologico. I prodotti e le tecnologie industriali del mondo occidentale sono così messi a confronto con l'arte e l'architettura del realismo socialista.

 

Tra gli oggetti che raccontano questo periodo cruciale nella storia del '900 si possono ammirare le ceramiche di Picasso, i bozzetti architettonici di Le Corbusier, i programmi edilizi di Walter Gropius e i mobili in fibra di vetro di Charles e Ray Eames.

 

  

(nella foto: copertina dell'esposizione)

 

 

Info

Per ulteriori informazioni si prega di visitare il sito www.mart.tn.it