Share this event on:

  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

Spazio Milano, Agenzia UniCredit Banca, inaugura la nuova mostra "People"

  • 09

Gennaio 2008
Spazio Milano, Agenzia UniCredit Banca, Piazza Cordusio  
Save
file

Nel cuore della "city" milanese, all'interno dell'Agenzia "multispecialist" Milano Cordusio, vive Spazio Milano, la prima area del suo genere che ospita conferenze, eventi culturali e mostre offrendole al pubblico.
Nell'ambito della propria programmazione, Spazio Milano, dall'8 gennaio al 15 febbraio 2008, ospita la mostra " People".La rappresentazione della figura umana è, da tempo immemorabile, uno dei temi prediletti delle arti figurative: pittura, disegno e - a partire dalla metà del XIX secolo - fotografia. Volti e corpi di gente comune e di personaggi famosi, da soli o in gruppo, immersi nella natura o nell'ambiente cittadino, costituiscono una fonte di ispirazione pressochè inesauribile per gli artisti di ogni tempo.

 

In questo allestimento è possibile vedere la varietà che tuttora caratterizza l'approccio dei fotografi a questa tematica; si tratta soprattutto di artisti delle ultime generazioni, che quindi si confrontano con volti, corpi e situazioni tipiche del nostro tempo, nelle quali ognuno di noi si può riflettere e che narrano di un'esperienza condivisa.

 

Paradigmatiche sono a questo proposito le immagini di Gianni Berengo Gardin , di carattere reportagistico, scattate a Milano negli anni Sessanta, e quelle contemporanee di Chiara Pirito. Luigi Gariglio e Regina Virserius, elaborano in modi diversi i generi classici del ritratto individuale e di gruppo.

 

Ritratti nel paesaggio sono invece quelli di Daniele De Lonti e Massimo Vitali: per entrambi, la figura umana si pone in stretta relazione con l'ambiente circostante. De Lonti parte da un evento sportivo, il Giro d'Italia, e trasforma gli spettatori e il paesaggio nel vero fulcro dell'immagine, mentre i protagonisti della corsa divengono pure scie luminose; Vitali indaga un altro momento di incontro e di svago, il rito della vacanza al mare.

 

La stessa America di Franco Fontana è insieme luogo del mito e della realtà, dove le persone si trasformano in personaggi. Misteriose sono infine le immagini di Silvia Camporesi e Olivo Barbieri.