Share this event on:

  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

Manifesta 7: dentro la Biennale Europea di Arte Contemporanea

  • 06

Settembre 2008
Manifesta 7, Province Autonome di Trento e Bolzano  
Save
file

Manifestaci ha visti protagonisti agli occhi delle maggiori personalità del mondo dell'arte internazionale: giornalisti, artisti, curatori e critici d'arte, direttori di musei, galleristi, collezionisti, addetti ai lavori e appassionati. Anche in questa occasione, come Partner della Biennale, abbiamo dimostrato come la cultura d'impresa, quando si appella ai linguaggi dell'arte e dell'innovazione e promuove le giovani risorse creative, riesce ad attuare efficaci strategie di sviluppo territoriale.

La kermesse ha segnato la riscoperta di location di alto valore storico e simbolico con cui hanno interagito le opere di artisti da tutto il mondo, artisti che abbiamo sostenuto nella produzione di nuovi lavori.

Il grande forte austriaco di Fortezza, che ha visto la collaborazione dei tre team curatoriali, ospita Scenarios, un percorso espositivo scandito da luci, parole e suoni che tocca emotività e intelletto. Situato tra il passo del Brennero e Bolzano, l'imponente struttura, nelle sue sale, corridoi e cunicoli, sarà adibita ad ospitare eventi d'arte anche dopo Manifesta.

L'edificio industriale novecentesco ex Peterlini, l'ottocentesca Manifattura Tabacchi e la stazione dei treni (sede di manifeSTATION, progetto a cura di Office for Cognitive Urbanism) accolgono il progetto di Adam Budak, originario di Cracovia ma di base a Graz dove è curatore alla Kunsthaus. La sua Principle of Hope riflette sul regionalismo come mediazione tra istanze locali e globali, puntando alla speranza come slancio creativo ed emotivo per il futuro.

Un edificio razionalista degli anni Trenta, il trentino Palazzo delle Poste è la sede scelta per il progetto di Anselm Franke e Hila Peleg — lui direttore artistico dell' extra City Center for Contemporary Art di Anversa, lei curatrice indipendente di base a Berlino. Sotto il titolo The Soul il loro percorso espositivo si è proposto come una "storia delle idee" che ha analizzato, a partire dal Concilio di Trento, i moti dell' anima e dell' inconscio alla luce delle influenze esterne, di matrice sociale e politica.

Nella veste di curatori, un gruppo di artisti indiani, i Raqs Media Collective, ha lavorato nella sede di Bolzano, all'ex Alumix, suggestivo esempio di archeologia industriale. La loro mostra, The rest of now, ha dato spazio al "residuo", a quello che resta delle energie e delle trasformazioni, alle tracce, ai ricordi.

L'offerta dei grandi Musei e centri per l'arte del Trentino-Alto Adige/Südtirol non è stata da meno. Il Mart di Trento e Rovereto - di cui siamo Main Partner dal 2005, sviluppandone in particolar modo la sezione contemporanea - con la mostra Eurasia ha offerto una ricognizione sui giovani artisti internazionali valorizzandone la ricerca; un'esposizione dedicata alla Nuova scuola di Lipsia ha invece mostrato le ultime tendenze ed evoluzioni dei generi in ambito pittorico. Un "cubo trasparente" ci attende a Bolzano, è la nuova sede del MUSEION , una struttura d'avanguardia progettata dallo studio di architetti berlinesi KSV inaugurata con la ricca esposizione Sguardo periferico e corpo collettivo. Si è votata alla performance la Galleria Civica d'Arte Contemporanea di Trento con The Rocky Mountain People Showprogramma di eventi live che ha coinvolto artisti internazionali.

Approfondimenti sulla Biennale sono stati pubblicati da UniNews, magazine online di UniCredit, per il progetto editorialeManifesta Countdownche ha intervistato i protagonisti della kermesse, gli artisti e i principali attori a livello territoriale. Manifesta rientra tra le iniziative del Gruppo legate all'Esperienza dell' Arte, in base a cui l'arte contemporanea è uno strumento fondamentale per unire le persone, promuovere lo scambio e il dialogo. Tutti i dipendenti UniCredit sono invitati a visitare gratuitamente la Biennale, con in programma speciali visite guidate nelle sedi di Rovereto a cura dello Staff UniCredit & Art a partire dal 6 settembre.

 

 



Info

Manifesta www.manifesta7.it

Manifesta Countdown di UniNews Magazine www.uninews.unicredito.it