Share this event on:
  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

La conservazione del presente

  • 31

Marzo 2008
Palazzo di Brera, Milano  
Save
file

Quattro giornate di studio sui problemi relativi alla conservazione dell'arte contemporanea presso il Palazzo di Brera

 

Una caratteristica della produzione delle arti degli ultimi decenni è l'estrema rapidità con cui le materie prime della creatività, spesso tra le più disparate ed improbabili, si alterano e in molti casi si distruggono.
Un cosciente manifesto di questa fragilità sono le lane di vetro di Piero Manzoni, i materiali organici dell'arte povera, quali le foglie di Giuseppe Penone o le fascine di Mario Merz, i materiali plastici di Piero Gilardi o di César. Non minori problemi pongono le complesse e composite installazioni, che nel loro connaturato dialogo con l'ambiente che le accoglie, lo comprendono come parte integrante e irrinunciabile del loro esistere e — una volta smontate e rimontate per cambiare collocazione — si ricreano sempre con morfologie spaziali diverse. Anche le opere "tradizionalmente" basate su tele e colori — ad esempio quelle di Lucio Fontana e Alberto Burri — sono spesso realizzate con nuovi pigmenti sintetici e fissativi di origine industriale, che impongono soluzioni conservative alternative a quelle impiegate sull'antico.

 

I problemi relativi alla conservazione risultano centrali nell'ottica di comprendere come meglio tutelare il patrimonio del presente, che sarà rappresentativo della nostra epoca. Lo studio analitico dei nuovi materiali e dei loro meccanismi di degrado, il dibattito critico sulla sistemazione di opere complesse e la condivisione di competenze fra gli operatori del settore, sono i principi alla base del convegno realizzato anche grazie al generoso contributo di UniCredit Private Banking. Organizzato dalla Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico e Etnoantropologico di Milano in collaborazione con INCCA Italia (International Network for the Conservation of Contemporary Art) e col sostegno della Direzione generale per la qualità e la tutela del paesaggio, l'architettura e l'arte contemporanea e AXA Art, il convegno è composto da quattro giornate di studio rispettivamente dedicate ai dipinti realizzati con leganti di origine sintetica, alle installazioni, alle opere di materiale plastico e ai video.

 

 

 

 

Info

 

 

Per informazioni:

 

Marina Gargiulo

 

mgargiulo@arti.beniculturali.it

 

tel. 0272263268

Scarica file 173kB