Share this event on:
  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

Alla scoperta del MAMbo, un museo da esplorare con tutti sensi

  • 27

Novembre 2008
MAMbo Museo d'Arte Moderna, Bologna  
Save
file

Attraverso UniCredit & Art, UniCredit è impegnato in diversi progetti nel campo della formazione dove la diversità è protagonista; ad esempio la collaborazione con il Castello di Rivoli con cui si sta lavorando al primo dizionario d'arte con la lingua dei segni per persone audiolese, con l'Atelier di Pittura Adriano & Michele dell'Ospedale di San Colombano al Lambro dove ogni anno un giovane artista della nostra "scuderia" fa esperienza con gli artisti del Centro; con l'ospedalino Meyer di Firenze e con la Casa della Carità a Milano.

Progetti come questi uniscono etica ad estetica, incrementano la ricerca nell'ambito della formazione, valorizzano la diversità abbracciandone le particolari esigenze e facendola uscire dall'isolamento in cui è spesso confinata.

Una nuova iniziativa parte in novembre con il MAMbo, museo partner di UniCredit con cui il gruppo ha attivato un programma pluriennale di sostegno ai gioavani artisti italiani.

Curato da Fabio Fornasari e Maurizio Giuffredi dell'Associazione 0GK con Uliana Zanetti, il ciclo di incontri Collezioni mai viste - promosso da UniCredit e in corso dal 27 novembre al 15 gennaio - si avvale della partecipazione di sette autori, uno per ciascuna serata, provenienti da diversi ambiti creativi, che proporranno interventi appositamente creati o rielaborati per l'occasione: Stefano Bartezzaghi, Ugo Cornia, Ottonella Mocellin / Nicola Pellegrini, Paolo Nori, Salvatore Sciarrino / Lost Cloud Quartet, Giacomo Verde.

Il progetto, di natura sperimentale, intende dilatare e diversificare le possibilità di accesso al museo, esplorando ambiti inventivi e discorsivi comuni a vedenti e non vedenti. Proseguendo su un ulteriore versante la riflessione sul patrimonio e sulla funzione del museo, avviata la scorsa primavera con l'inaugurazione dello SpazioGAM e la mostra "Regali e regole" di Stefano Arienti e Cesare Pietroiusti, il MAMbo tornerà a proporsi come uno spazio di incontro e di scambio, nel quale ogni artista offrirà la sua esperienza del museo e della collezione attraverso interpretazioni originali che non presupporranno la visione diretta delle opere, pur accogliendo il pubblico nelle sale espositive.

Gli incontri di Collezioni mai viste permetteranno di concentrare l'attenzione sul lato non-visivo dell'arte. Questo tipo di coinvolgimento sensoriale diventa un prezioso campo di sperimentazione per vedenti e non vedenti, aiutando a leggere le opere che sono ormai patrimonio del Museo secondo inedite chiavi di lettura e attraverso inediti percorsi di fruizione.

In occasione del ciclo in programma al MAMbo, l'Istituto per ciechi Cavazza di Bologna realizzerà una brochure di presentazione a stampa e in braille, con testi introduttivi dei curatori e degli autori ai singoli progetti.

Gli appuntamenti di Collezione mai vista:

27 novembre, 18.30 con PAOLO NORI
4 dicembre, 18.30 con OTTONELLA MOCELLIN / NICOLA PELLEGRINI
11 dicembre, 18.30 con UGO CORNIA
18 dicembre, 20.00 con SALVATORE SCIARRINO / LOST CLOUD QUARTET
23 dicembre, 18.30 con CIALDO CAPELLI
8 gennaio '09, 18.30 con GIACOMO VERDE
15 gennaio '09, 18.00 con STEFANO BARTEZZAGHI

(nella foto: still da video La città negata, 2006, 14'38" di  Mocellin & Pellegrini, Courtesy: Galleria Lia Rumma, Milano )




Info

MAMbo Museo d'Arte Moderna www.mambo-bologna.org