Share this event on:
  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

MART - Italia nova. Un'avventura dell'arte italiana, 1900 - 1950

  • 05

    Aprile 2006
  • 03

    Luglio 2006
Parigi - Galeries nationale du Grand Palais  
Save
file

Dal 5 aprile al 3 luglio 2006 il Grand Palais di Parigi ospiterà un' importante rassegna dedicata all'arte italiana della prima metà del ventesimo secolo.

La mostra, intitolata "Italia nova. Un'avventura dell'arte italiana, 1900 - 1950", è prodotta dalla Réunion des musées nationaux (RMN) e dal Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto (Mart), insieme con altre tre prestigiose istituzioni museali italiane: le Civiche Raccolte d'Arte di Milano, la Galleria d'Arte Moderna di Torino e la Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma.

L'esposizione con la direzione scientifica di Gabriella Belli, direttrice del Mart, e di Guy Cogeval, direttore del Musée des Beaux-Arts di Montréal, consulente per il programma espositivo e Consigliere d'Amministrazione della RMN, percorre la storia della creazione artistica italiana nei primi cinquant'anni del secolo appena passato e ne individua le proposte innovative e i nodi problematici più significativi, permettendo di scoprire - o riscoprire - una parte non secondaria della storia dell'arte europea.

Nei primi cinquant'anni del secolo XX, nell'arte italiana avvengono grandi cambiamenti. L'Italia si trova ad occupare una significativa posizione nel panorama europeo, grazie alle novità del futurismo, ma anche grazie all'apporto del tutto originale offerto dagli artisti italiani al riscoperta di quella "misura classica", che percorre tutta l'Europa negli anni che seguono la sperimentazione delle prime avanguardie storiche.
L'esposizione indaga i due punti estremi della ricerca artistica italiana di quegli anni, l'anti-tradizione futurista da un lato e il nuovo corso del classico dall'altro.


 

Info

Per maggiori informazioni visita il sito www.mart.trento.it