Share this event on:
  • LinkedIn

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

Napoli città-porta del Mezzogiorno

  • 24

Novembre 2006
Napoli, Villa Pignatelli  
Save

Nell'ambito del "Grand Retour", il viaggio in Italia sostenuto dal Gruppo UniCredit, la tappa di Napoli ha proposto, nella sede di Villa Pignatelli, il convegno socio-economico: "Napoli città-porta del Mezzogiorno", promosso da Torino Capitale del Libro.

Nel Mezzogiorno il Grand Re-tour si è già fermato a Lecce e a Palermo, per raccontare come il Sud cambia sotto la spinta di reti che si estendono nel bacino del Mediterraneo e oltre.

Mai come in questo momento le tracce di imprenditoria diffusa, i filamenti di innovazione nei servizi e nel turismo vanno accompagnati verso una crescita robusta. Una responsabilità che è anche, e soprattutto, delle banche.

A Napoli, città-porta del Mezzogiorno d'Italia per storia e per funzioni, si è discusso con l'amministratore delegato UniCredit Alessandro Profumo di come un grande gruppo bancario sta sviluppando strategie dirette al territorio, costruendo anche qui una rete di Comitati Locali, strumenti di collegamento con quelle nuove élites territoriali impegnate nelle sfide della competizione.

Le infrastrutture, il dimensionamento delle imprese, la valorizzazione del patrimonio ambientale, la stagionalità del turismo, la questione dell'energia pulita sono i grandi temi sui quali lavorare per rilanciare lo sviluppo del Mezzogiorno.

Info

I lavori della giornata, coordinati da Edoardo Massaglia - Comitati Locali UniCredit e Alessandro Cataldo - Responsabile Direzione Regione Commerciale Sud di UniCredit Banca, sono stati aperti da una relazione di Aldo Bonomi - Presidente A.A.ster, che ha condotto il successivo dibattito al quale hanno partecipato, per le istituzioni: Marco Di Lello - assessore al Turismo e Beni Culturali della Regione Campania e Nicola Oddati - assessore alla Cultura e Sviluppo del Comune di Napoli.

Sul tema del sociale, questione fondamentale per il Sud, ha portato la sua testimonianza Paola Pierri, presidente di Unidea - UniCredit Foundation.

Con loro, altri testimoni privilegiati del mondo dell'economia, dell'impresa e della cultura: Andrea Mondello - presidente Unioncamere; Savino Pezzotta - presidente Fondazione per il Mezzogiorno; Fabrizio Barca - Ministero dello Sviluppo Economico; Giuseppe Laterza - editore; Domenico Cersosimo - docente Economia Applicata, Università della Calabria; Domenico De Masi - docente di Sociologia del Lavoro, Università di Roma "La Sapienza"; Gianfranco Viesti - docente di Politica Economica, Università di Bari; Ermete Realacci, presidente Fondazione Symbola; Cristiana Coppola, presidente Confindustria Campania; Gianni Lettieri - presidente Unione Industriali Napoli; Ivanhoe Lo Bello - presidente Confindustria Sicilia; Franco Pasquali - segretario generale Coldiretti; Dario Scalpella - presidente Confapi Campania; Roberto Helg - presidente CCIAA di Palermo; Francesco Benevolo - direttore operativo Rete Autostrade Mediterranee di Sviluppo Italia; gli imprenditori Carlo Borgomeo, Umberto Galassini, Maurizio Marinella, Antonio Palmieri, Ambrogio Prezioso e Raffaele Sansone.