Share this event on:

  • LinkedIn
  • Google +

Recomend this page

Grazie, la tua segnalazione è stata inviata correttamente.

Spiacenti, questa funzionalità non è disponibile al momento.
Per favore prova con questo link. Grazie

Nata a Campobello di Licata (Agrigento) il 21 marzo 1949

Marianna Li Calzi

Presidente Organismo di Vigilanza

Altre cariche attualmente ricoperte

Membro del Consiglio di Amministrazione di Civita Sicilia srl
Vicepresidente Credifarma
Avvocato libero professionista

Profilo professionale

Da ottobre 2008 E' stata componente della Commissione per il Futuro di Roma Capitale - Comune di Roma
Dal 2007 Dimessa dalla Magistratura e dall'incarico di esperto Se.C.I.T.
Luglio 2001 Nominata esperto Se.C.I.T. con D.P.C.M. dell'11 luglio 2001 e confermata nel 2004.
                          Impegnata in via esclusiva nell'attività di studio delle problematiche relative alla proficua gestione dei beni sequestrati e confiscati alle associazioni criminali (Decreto Ministeriale del 29 novembre 2001 e successivi).
Incaricata dell'attività di vigilanza generale prevista dall'art. 22, comma 1, del D.P.R. 26 marzo 2001, n. 107 (Decreto Ministeriale del 24 ottobre 2002 e successivi).
Dal 2001 Collocata fuori ruolo dal C.S.M.
Dal 1994 In aspettativa per mandato parlamentare
  Eletta alla camera dei Deputati per la XII Legislatura, è stata Sottosegretario di Stato al Ministero dell'Interno nel Governo Berlusconi.
  Nel corso della stessa legislatura, ha fatto parte della II Commissione permanente della Camera e della Commissione Bicamerale d'Inchiesta sul fenomeno della Mafia.
  Rieletta alla Camera dei Deputati per la XIII Legislatura, ha fatto parte della II Commissione permanente della Camera, della Giunta per le Autorizzazioni a procedere, della Commissione Anticorruzione, istituita dal Presidente della Camera, on. Violante, nell'ambito della quale è stata relatore di una proposta di legge, della Commissione parlamentare consultiva in ordine all'attuazione della riforma amministrativa, nell'ambito della quale è stata relatore su due provvedimenti del Governo, della Commissione parlamentare d'inchiesta sul terrorismo in Italia e sulle cause della mancata individuazione dei responsabili delle stragi.
  Nominata Sottosegretario di Stato al Ministero della Giustizia nel I e nel II Governo D'Alema.
  Nominata Sottosegretario di Stato al Ministero della Giustizia nel Governo Amato.
  Ha presentato numerosi progetti di legge in materia di giustizia e di contrasto alla criminalità organizzata e diversi ordini del giorno.
  È prima firmataria di un progetto di riforma della Costituzione, presentato alla Commissione bicamerale per le riforme costituzionali.
1976 - 1994 Magistrato
  Pretore di Canicattì (AG) - Corte d'Appello di Palermo
  Sostituto Procuratore Generale presso la corte d'Appello di Caltanissetta