Nord

Udine – Palazzo Strassoldo – Mantica, Via Vittorio Veneto, 20

Udine - Palazzo Strassoldo - Mantica, Via Vittorio Veneto, 20

Verso la fine del '600, il Conte Giulio Antonio Strassoldo fece costruire l'attuale Palazzo affidandone la decorazione all'esuberante fantasia del pittore Giulio Quaglio.
Nel 1782 il Palazzo è diventato di proprietà dei Conti di Mantica, a cui si deve la doppia denominazione.
Nel 1954 è stato ceduto alla Banca del Friuli. Elegante costruzione, il Palazzo Strassoldo non è stato toccato, almeno nella facciata, da alterazioni successive.

Treviso – Monte Di Pietá, Piazza Monte di Pietà, 3

Treviso - Monte Di Pietá, Piazza Monte di Pietà, 3

Il Monte di Pietà è un aggregato di costruzioni dei secoli XV e XVII che si estendono sopra le chiese di S.Lucia e S.Vito. Al suo interno è la "Cappella dei Rettori" affrescata dal Fiumicelli nel 1561, con due tele de Il Pozzoserrato e preziosi cuoi dorati di Cordova del XVII secolo.
Tra i dipinti che decorano il Palazzo spicca "Cristo nel sepolcro", già attribuito al Giorgione.

Trento – Palazzo Firmian, Via G. Galilei 1

Trento - Palazzo Firmian, Via G. Galilei 1

Sede trentina di UniCredit Banca, l'edificio è stato fondato tra Quattro e Cinquecento ed è attribuibile alla committenza di Nicolò I Firmian e, successivamente, al figlio Giorgio IV.
Le decorazioni del Palazzo risalgono ad epoche diverse, mentre esso è stato più volte rinnovato nel corso dei secoli, fino ad arrivare all'ultimo restauro negli anni Trenta del Novecento.

Verona – Direzione Generale di UniCredit Credit Management Bank Piazzetta Monte, 1

Verona - Direzione Generale di UniCredit Credit Management Bank
Piazzetta Monte, 1

Nobile edificio recentemente restaurato il cui impianto costruttivo denuncia l'accorpamento di antichi fabbricati preesistenti, come testimoniato dai resti (capitelli e basi di colonna) del tempio romano dedicato alla triade capitolina formata da Giove, Giunone e Minerva, portati alla luce.
I tratti salienti dell'attuale fisionomia architettonica e decorativa risalgono al '600 - '700 e fra essi si evidenzia il maestoso portale d'impronta michelangiolesca.

Milano – Palazzo Credito Italiano, Direzione Generale di UniCredit Piazza Cordusio

Milano - Palazzo Credito Italiano, Direzione Generale di UniCredit
Piazza Cordusio

Il Palazzo del Credito Italiano è stato costruito seguendo le disposizioni dell'architetto Luigi Broggi, tra il 1901 e il 1902. L'edificio dalla facciata eclettica è un significativo esempio del piano urbanistico adottato, tra fine '800 e primi '900, per il centro città.
Visto nel suo insieme presenta un sobrio sviluppo lineare e volumetrico. Il carico della decorazione si rivela invece nell'ornato della facciata.

Genova – Palazzo De Ferrari, Piazza De Ferrari, 3 nero

Genova - Palazzo De Ferrari, Piazza De Ferrari, 3 nero

Il Palazzo De Ferrari è un edificio composito: il nucleo più antico, di proprietà dei Doria, risale al 1437, l'aspetto odierno è opera dell'architetto Carlo Barabino (prima metà del XIX secolo).
Al suo interno si possono ammirare cicli di affreschi e decorazioni realizzati in varie epoche: nella prima metà del '600 affreschi di Tavarone e Giovanni Battista Carlone, nel '700 Lorenzo De Ferrari decora tre sale ed il suo allievo Golfi affresca la volta della Sala Doria.

Centro

Bologna – Palazzo Magnani, Via Zamboni, 20

Bologna - Palazzo Magnani, Via Zamboni, 20

Palazzo Magnani è stato edificato tra il 1577 ed il 1579, su disegno dell'architetto Domenico Tibaldi per volere del Senatore dello Stato Pontificio Lorenzo Magnani e arricchito da un rilevante ciclo di affreschi che segna l'esordio dei giovani Carracci.
La Banca Credito Romagnolo, poi Rolo Banca 1473, poi UniCredit Group, acquistò il Palazzo nel 1959 e nel 1997 ha provveduto ad un approfondito restauro. Qui si trova la Quadreria di UniCredit, con Dosso Dossi, Garofalo, fino a Morandi, De Pisis, Wasarely, Hartung.

Roma – Cappella Del Palazzo Del Monte Di Pietá, Piazza del Monte di Pietà, 33

Roma - Cappella Del Palazzo Del Monte Di Pietá, Piazza del Monte di Pietà, 33

Gioiello del Barocco romano, la Cappella è opera dell'architetto romano Francesco Peperelli, succeduto in seguito dall'architetto romano Giovanni Antonio de Rossi. Il grande impatto è dovuto alla ricchezza dei materiali e alla policromia dei marmi che rivestono tutte le pareti che fanno da sfondo al bianco delle sculture, dei bassorilievi, delle statue e degli stucchi.

Roma – Archivio Storico, Piazza Monte di Pietà, 33

Roma - Archivio Storico, Piazza Monte di Pietà, 33

Nel Palazzo del Monte di Pietà sono esposti alcuni documenti del ricco patrimonio dell'Archivio storico della Banca di Roma (1539), del Banco di Santo Spirito (1605), della Cassa di Risparmio di Roma (1836) e del Banco di Roma (1880).
L'insieme dei documenti proviene sia da analoghe strutture già presenti all'interno delle banche d'origine, che possedevano importanti nuclei di documentazione storica, sia da un delicato lavoro di ricognizione e di selezione.

Roma – Palazzo De Carolis, di Roma, Via Lata, 3

Roma - Palazzo De Carolis, di Roma, Via Lata, 3

Voluto da Livio De Carolis, il Palazzo è stato costruito tra il 1714 e il 1728 dall'architetto romano Alessandro Specchi. Le sale del piano nobile sono decorate da tele di particolare rilevanza nell'ambito della pittura del '700 romano. Nella cappella è esposta la toccante immagine del volto di Cristo morto di Luca Signorelli.
Il Palazzo conserva anche preziosi arredi di vari stili, richiesti in prestito per mostre tematiche da importanti musei come il Metropolitan Museum of New York. La collezione di UniCredit Banca di Roma è esposta in alcune sale del Palazzo, ed annovera artisti importanti quali Wahrol, Morandi, Balla, Donghi.

Roma – Palazzo Mancini, Via Del Corso, 271

Roma - Palazzo Mancini, Via Del Corso, 271

L'edificio è appartenuto per lungo tempo alla famiglia romana dei Mancini che nel 1634 ha affidato il progetto di ristrutturazione all'architetto Carlo Rainaldi. Nel corso dei secoli, la proprietà è passata a diverse nobili famiglie, dagli Asburgo ai Borbone, per poi essere infine acquistato nel 1919 dal Banco di Sicilia, che ne fece la propria sede nella capitale.

Perugia – Palazzo Lippi Alessandri, Corso Vannucci, 39

Perugia - Palazzo Lippi Alessandri, Corso Vannucci, 39

È stato costruito nel XVII secolo dalla nobile famiglia Lippi Alessandri, rimasta proprietaria fino al 1851. Nel suo nucleo più antico è iniziata nel 1909 l'attività creditizia dell'allora Cassa di Risparmio di Perugia.
Questa funzione ha determinato nel corso del secolo una serie di trasformazioni per adeguare l'immobile alle nuove esigenze proprie dell'Istituto, come la realizzazione del primo caveau nel 1924. La struttura interna delle sale risale agli anni Trenta, dopo varie ristrutturazione.

Sud

Siracusa – Palazzo del Banco di Sicilia Piazza Archimede, 7

Siracusa - Palazzo del Banco di Sicilia
Piazza Archimede, 7

Nel 1923, volendo trasferire la sede che dal 1872 occupava a Siracusa, il Banco di Sicilia ha acquistato un intero comprensorio di case e di altri edifici parzialmente distrutti e ha affidato l'incarico di costruirvi la nuova sede all'ingegnere Salvatore Caronia. La costruzione, portata a termine nel 1928, richiama all'esterno i canoni dell'architettura neoclassica.
Di recente sono stati eseguiti delicati lavori di restauro che hanno restituito all'edificio il luminoso aspetto originario.

Aggiornato il 17 aprile 2012
 
Condividi questa pagina con:
 

Raccomandare questa pagina

Alert

Seleziona le notifiche che desideri ricevere via e-mail

COMUNICATI STAMPA

Nuovi comunicati
Price sensitive
Tutti

NUOVI DOCUMENTI

Bilanci e relazioni
Presentazioni di Gruppo
Assemblea
Transazioni internal dealing
Bilancio di sostenibilità

AGGIORNAMENTO PAGINE

Risultati di gruppo
Rating
Consensus
Azionariato
Capitale sociale
Analyst coverage
Lingua Preferita
Italiano
Inglese

Dati Personali

Nome*
Cognome*
Professione*
E-mail*
Nazione*

Informativa ai sensi del D. Lgs n. 196/2003 *
Acconsento al trattamento dei miei dati personali:
SI  
NO  
per ragioni di sicurezza per cortesia inserisca le lettere della figura*

Alert - cancellazione del servizio

Inserire la mail sulla quale si ricevono le notifiche per procedere alla cancellazione del servizio
E-mail*

Enter special characters*