Share this event on:

  • LinkedIn

Recomend this page

Thank you, we sent your recommendation to the desired recipient.

Sorry, this functionality is not available right now.
Please try with this link. Thank you.

Mark Rothko at the Hypo-Kunsthalle in Munich

  • 08

February 2008
Kunsthalle der HYPO-Kulturstiftung, Theatinerstraße 8, Munich  
Save
file

Ancora una volta l'opera di Mark Rothko presentata al pubblico tedesco, con più di 100 dipinti e opere su carta.

HypoVereins, banca leader bavarese entrata a far parte di UniCredit Group, ha fondato e continua tuttora a sostenere la Kunsthalle der HYPO-Kulturstiftung a Monaco, che vanta 350.000 visitatori l'anno e che nel 2005 ha festeggiato il raggiungimento di 6 milioni di visitatori. Inaugura l'8 febbraio con una retrospettiva di Mark Rothko.

Famoso per i suoi dipinti per lo più di grande formato caratterizzati da piani colorati a stratificazione orizzontale, Mark Rothko è uno dei più importanti artisti americani del XX Secolo.

Nato in Russia nel 1903 come Marcus Rothkowitz, all'età di dieci anni arriva negli Stati Uniti con la sua famiglia. Dopo gli studi a Yale e alla New York School of Design, dal 1930 in poi inizia a lavorare come artista. In modo molto graduale sposta i suoi interessi da una pittura di impronta figurativa verso pure configurazioni di colore grazie al passaggio attraverso il Surrealismo. Anche nelle sue prime raffigurazioni di paesaggi urbani si riconoscono sperimentazioni legate alla riduzione formale ed è subito chiaro come le sue forme surrealiste di stampo biomorfo si concentrino sempre più in nuvole compatte di colore, le cosiddette "Multiformi". Alla fine degli anni Quaranta proprio queste segnano la transizione verso il suo tipico e autentico schema compositivo, veli di colore stratificati l'uno sull'altro che realizzano un profondo effetto spaziale nella trasparenza dei loro strati.

Per accompagnare la mostra sarà pubblicato dalla casa editrice Hirmer di Monaco di Baviera un catalogo con riproduzioni di tutte le opere esposte e testi di Gottfried Boehm, Hubertus Gaßner, Karin Koschkar, Christiane Lange, Renée Maurer, Jessica Stewart e Oliver Wick. La mostra alla Hypo-Kunsthalle, visitabile dall'8 febbraio al 27 aprile, è accompagnata da un ricco programma di film, conferenze, visite guidate con i curatori, una lettura di fronte agli originali e una camera da concerto l'Accademia dei Symphony Orchestra della Bayerische Rundfunk.

Dopo la presentazione a Monaco di Baviera la retrospettiva sarà accolta dalla Hamburger Kunsthalle, Amburgo, dal 16 maggio al 3 agosto.


Info

www.hypo-kunsthalle.de